Andiamo a vedere in che modo si può ottimizzare la propria tredicesima senza lasciarsi andare al consumismo tipico natalizio

Tredicesima
Fonte Adobe Stock

Dicembre è notoriamente il mese della tredicesima. La mensilità aggiuntiva spesso e volentieri viene concepita dalla gente come un sostegno aggiuntivo per potersi cimentare nello shopping natalizio.

Nulla di più sbagliato. O meglio, è anche lecito spendere una parte per fare dei doni o per acquistare i prodotti tipici per le varie “abbuffate” natalizie. Al contempo però una parte di questo stipendio straordinario, potrebbe essere messa da parte è utilizzata per dei fini remunerativi a medio e lungo termine.

Tredicesima, alcuni modi intelligenti per investire il denaro e non spenderlo a Natale

Ad esempio si può optare per accendere un conto deposito. In linea di massima non prevedono alcun costo di gestione e la loro remunerazione è più alta alla presenza di un vincolo sul capitale e sul medio periodo.

Il guadagno finale a fronte di una somma non proprio eccessiva (in media tra i 1200 e i 1500 euro) non è cospicuo. Questa strategia però può essere molto utile per mettere fieno in cascina per i periodi di magra. 

I buoni fruttiferi possono essere un’altra ipotesi allettante. Certo non rendono più come un tempo visti gli interessi bassi, ma se si pensa alla sorprendente storia di una signora torinese, sicuramente un pensierino si può farlo. Inoltre sono sempre rimborsabili al 100% del capitale inziale e hanno una tassazione agevolata.

Lasciando da parte strumenti bancari o postali, il denaro della tredicesima può essere investito nella formazione di se stessi. Fare un corso per acquisire nuove competenze è sempre redditizio sia per il lavoro che per il proprio bagaglio culturale.

Sulla stessa scia, il denaro extra del mese di dicembre può risultare utile anche per trasformare un proprio hobby in un piccolo lavoro. Si pensi ad esempio ad un patentino per diventare istruttore di un determinato sport.

LEGGI ANCHE >>> Natale 2021, tredicesima più alta? Meglio fare chiarezza

L’ultimo caso riguarda una situazione non propriamente felice, ovvero i debiti. Avere delle risorse in più può aiutare le persone ad estinguerli, almeno in parte. Non è propriamente il massimo, ma questo genere di pendenze prima o poi vanno saldate.