Tredicesima più ricca in vista del Natale 2021, ma non è tutto oro quel che luccica. Entriamo quindi nei dettagli e facciamo chiarezza in merito.

tredicesima natale
Foto © AdobeStock

L’ultimo mese dell’anno è arrivato, portando con sé le festività natalizie, per la gioia di grandi e piccini. Un periodo all’insegna della magia, con molti alle prese con i vari acquisti dei regali da donare ad amici e parenti. Per fare ciò, ovviamente, bisogna sborsare dei soldi. A proposito di quest’ultimi, con l’arrivo del mese di dicembre, molti pensionati e lavoratori dipendenti possono beneficiare di un’entrata extra, ovvero la tredicesima.

Soffermandosi su quest’ultimo trattamento economico, interesserà sapere che in base alla ultime stime l’importo complessivo delle tredicesime riconosciute sarà più alto rispetto al 2020. Una notizia senz’ombra di dubbio positiva, che rischia però di creare qualche fraintendimento. Meglio quindi entrare nei dettagli e fare chiarezza in merito.

Natale 2021, tredicesima più alta? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Come ogni anno, anche in occasione del mese di dicembre 2021 molti pensionati e lavoratori possono beneficiare del pagamento della tredicesima. A proposito di quest’ultima ha destato particolare interesse la notizia di come l’importo complessivo nel 2021 risulti più alto rispetto all’anno scorso. Un dato senz’ombra di dubbio positivo, che può però indurre a qualche fraintendimento.

A differenza di quanto si possa pensare, non tutti potranno beneficiare di un importo più alto rispetto al 2020. Anzi, alcuni lavoratori si ritrovano a dover fare i conti con una tredicesima più bassa del solito, in quanto risultano assenti ingiustificati dal posto di lavoro non avendo il Green Pass.

Quando si leggono notizie inerente una tredicesima più alta rispetto all’anno scorso, infatti, bisogna ricordare che si tratta di analisi complessive, che non necessariamente si riversano sul singolo lavoratore o pensionato. È il totale delle tredicesime mensilità spettanti a risultare più alto rispetto al 2020 e non l’importo della tredicesima in sé.

Tredicesima più sostanziosa rispetto all’anno precedente, ma meno del 2019

Entrando nei dettagli, stando a quanto stimato da Confesercenti, sulla base di un sondaggio condotto da Swg, in occasione dell’ultimo mese del 2021 verranno pagati ben 43,7 miliardi di euro per le tredicesime. Un dato positivo, soprattutto considerando che si tratta di oltre 360 milioni di euro in più rispetto a dicembre dell’anno scorso.

Allo stesso tempo, però, bisogna evidenziare che risulta 1,2 miliardi di euro sotto il livello registrato nel 2019, a chiara dimostrazione di come il Covid abbia avuto, e continui ad avere, un impatto negativo sull’economia.

Mediamente l’importo della tredicesima per il 2021 è pari a circa 1.200 euro netti. Un’entrata extra particolarmente attesa, che permetterà a molti di tirare finalmente un sospiro di sollievo. Questo, però, non vuol dire che le famiglie decideranno di spendere tali soldi necessariamente per i regali di Natale.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Più spese e meno regali sotto l’albero per Natale 2021

Anzi, in vista delle festività di dicembre 2021 la quota di denaro destinata ai regali è più bassa, tanto da registrare il 10,2% in meno rispetto al 2020. Visto il momento storico particolarmente difficile, infatti, le famiglie tendono a volgere un occhio di riguardo al mondo del risparmio, soprattutto considerando che le spese da sostenere sono sempre tante e in continuo aumento.

Proprio in tale ambito, ricordiamo che, in base alle ultime stime, la maggior parte dei soldi della tredicesima andranno in consumi, soprattutto per la casa e la famiglia. In particolare, secondo la stima di Confesercenti, verranno spesi circa 15,7 miliardi di euro, ovvero 3,3 miliardi di euro in più rispetto al 2020.