Attenti alle novità concernenti il tanto atteso bonus idrico. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonus idrico numero verde
Foto © AdobeStock

Gli ultimi due anni sono stati, purtroppo, segnati dal Covid, che continua ad avere un impatto negativo sulle tasche di molte famiglie. Tante persone, infatti, si ritrovano alle prese con una difficile gestione delle finanze personali, in quanto registrano delle minori entrate. Da qui la necessità di interventi mirati da parte del governo, al fine di venire incontro alle esigenze delle categorie maggiormente colpite.

Diverse, in effetti, sono le agevolazioni approvate nel corso degli ultimi mesi. Tra questi il cosiddetto bonus idrico che finalmente sembra prendere luce, portando con sé delle importanti novità. Entriamo quindi nei dettagli per vedere tutto quello che c’è da sapere in merito e soprattutto cosa fare per poter beneficare di questo incentivo particolarmente atteso.

Bonus idrico, quando sarà attiva la piattaforma?

Attraverso la Legge di Bilancio 2021 il precedente governo ha approvato il bonus risparmio idrico, meglio conosciuto anche come bonus bagno o bonus rubinetti. Si tratta, come è facilmente intuibile dal nome, di un incentivo volto a promuovere interventi che favoriscano il risparmio idrico.

Entrando nei dettagli si presenta come un contributo dal valore massimo pari a mille euro per ogni tipo di azione che consente appunto di ridurre gli sprechi d’acqua. Dopo mesi di attesa, ricordiamo, il decreto attuativo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale solamente lo scorso 23 ottobre.

Per poter usufruire di tale bonus, gli interventi devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2021 e non prima del 1° gennaio dell’anno in questione. I fondi stanziati sono pari a 20 milioni di euro, con il bonus che verrà erogato solo fino a esaurimento risorse.

Per quanto riguarda le modalità di richiesta, quest’ultima dovrà essere effettuata registrandosi sulla piattaforma del MiTE. Al momento, però, la piattaforma non è ancora attiva e, in base alle ultime informazioni in merito, non sarà disponibile prima di gennaio 2022.

Bonus idrico, chi ne ha diritto e come funziona

Come già detto, il bonus idrico si presenta come un contributo, dal valore massimo di mille euro. Quest’ultimo permette di coprire i costi sostenuti per ridurre lo spreco d’acqua. In particolare si annoverano i costi per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica dotati di nuovi apparecchi a scarico ridotto.

Ma non solo, anche di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia, sempre dotati di nuovi sistemi che aiutano a limitare il flusso di acqua. Oltre al bagno, è possibile beneficare di tale agevolazione anche per interventi in cucina.

Questo sempre a patto che si tratti di interventi che aiutino a ridurre gli sprechi d’acqua. Come già detto, le spese devono essere sostenute nel corso del 2021. Ma non solo, il pagamento deve essere tracciabile, con la richiesta che può essere fatta una sola volta e per un solo immobile.

Bonus rubinetti, attivo il numero verde per chiedere informazioni

In attesa che venga attivata la piattaforma attraverso la quale richiedere il bonus idrico, il Ministero della Transizione Ecologica ha deciso di attivare un numero verde. In questo modo i soggetti interessati potranno ottenere tutte le risposte ai propri dubbi in modo facile e veloce.

Come si evince dal sito istituzionale del Ministero della Transizione Ecologica, infatti: “A partire da mercoledì 1 dicembre, al fine di rispondere alle numerose richieste di informazioni relative alla possibilità di usufruire del bonus idrico, il Ministero della Transizione Ecologica mette a disposizione degli utenti un numero verde per le informazioni“.

LEGGI ANCHE >>> Mamme e famiglie, occhio ai bonus: tutto quello che c’è da sapere

Il numero in questione è 800 090 545, attivo dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 8  fino alle ore 15. Un servizio indubbiamente importante, attraverso il quale poter ottenere un valido supporto informativo in merito alle procedure da seguire per poter beneficiare di del bonus idrico, il cui importo massimo, ricordiamo, è di mille euro.