Pensione, cedolino di dicembre più ricco grazie a due magnifiche sorprese: un Natale sereno

Ottime notizie in arrivo con la pensione di dicembre, con molti che potranno beneficiare di un assegno più ricco del solito. Ecco il motivo.

Pensione dicembre bonus natale assegno
Foto © AdobeStock

Vestiti, cibo, bollette, tempo libero e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere le mani nel portafoglio per poter pagare i vari beni e servizi di nostro gradimento. Se tutto questo non bastasse, con l’arrivo delle festività natalizie, ecco che in molti sono pronti ad acquistare prodotti di vario genere da regalare ad amici e parenti.

Proprio in questo contesto, pertanto, non può che essere accolta positivamente la notizia di un cedolino di dicembre più ricco del solito. In molti, infatti, potranno beneficiare di una pensione d’importo maggiore grazie al cosiddetto “bonus Natale“, ma non solo. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Pensione, cedolino di dicembre più ricco: tutto quello che c’è da sapere

Mentre in molti sono in attesa di capire quali cambiamenti apporterà il governo a guida Draghi con la prossima riforma delle pensioni, dall’altro canto sono in tanti ad aver accolto con gioia la notizia di poter beneficiare, a dicembre, di un cedolino più ricco del solito.

Sono tanti, infatti, i pensionati, che, in possesso di determinati requisiti, potranno beneficiare di un assegno con un importo più alto per via di varie entrate extra. Diversi gli elementi che contribuiscono ad ottenere l’importo finale del trattamento pensionistico e tra questi, in base a quanto si evince dal sito dell’Inps, si annoverano:

  • Quattordicesima. Viene pagata a dicembre a coloro che perfezionano il requisito anagrafico necessario per accedere a tale misura, ovvero 64 anni di età, nel periodo che va dal 1° agosto al 31 dicembre 2021. Il pagamento, ricordiamo, viene effettuato in via provvisoria a livello centrale. Questo in attesa della verifica che viene in seguito effettuata basandosi sui dati reddituali.
  • Conguaglio modello 730. Anche in occasione della mensilità di dicembre in molti dovranno fare i conti con il conguaglio risultante dalla dichiarazione dei redditi. In particolare coloro che hanno indicato l’Inps come sostituto d’imposta potranno ritrovarsi sul cedolino un rimborso, nel caso in cui il conguaglio del modello 730 sia risultato a credito. Al contrario, in caso di conguaglio a debito del contribuente, quest’ultimo dovrà fare i conti con la relativa trattenuta proprio sulla pensione.
  • Importo aggiuntivo di 154,94 euro, meglio conosciuto con il nome di Bonus di Natale. È stato introdotto con la Finanziaria del 2001 ed è rivolto ai trattamenti pensionistici delle gestioni private e dello spettacolo e sportivi professionisti. Questo nel caso in cui importo complessivo non superi il trattamento minimo. I redditi dei soggetti interessati, inoltre, devono rispettare determinati requisiti.
  • Maggiorazione degli importi dell’Assegno per il Nucleo Familiare, ovvero ANF. Quest’ultimi vengono riconosciuti per il periodo che va dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre. 2021. Per quanto riguarda l’importo degli incrementi è pari a 37,50 euro per ciascun figlio, per un nucleo famigliare fino a due figli. L’importo è pari a 55 euro per ciascun figlio, invece, in presenza di un nucleo famigliare con almeno tre figli.
  • Attribuzione delle provvidenze in favore dei grandi invalidi. Oltre alle varie voci finora elencate, bisogna sapere che anche con il cedolino di dicembre l’Inps provvede al erogare l’assegno sostitutivo dell’accompagnatore militare. Per quanto riguarda l’importo, può essere di 450 euro oppure 900 euro al mese in base alla tipologia di invalidità di cui è affetto il soggetto interessato. A tal fine si fa riferimento al Testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra.
  • Tredicesima. Quest’ultima, come noto, viene pagata proprio in occasione del mese di dicembre, contribuendo ad ottenere un assegno più ricco rispetto alle altre mensilità.

Pensione, occhio al cedolino di dicembre e al calendario dei pagamenti

Per poter verificare quali siano le varie voci che contribuiscono ad ottenere l’importo della propria pensione, si consigli di consultare, sul sito dell’Inps, il proprio cedolino online. In questo modo, infatti, è possibile controllare che tutto vada per il verso giusto ed eventualmente provvedere a fare apposita segnalazione all’Inps in caso di eventuali inesattezze.

Per quanto riguarda i pagamenti, invece, ricordiamo che l’ente sta provvedendo ad effettuarli proprio in questi giorni. In particolare per coloro che ricevono la pensione direttamente sul conto corrente, il pagamento parte da oggi, mercoledì 1° dicembre.

LEGGI ANCHE >>> Green pass obbligatorio sul lavoro, occhio alle conseguenze sulla pensione: scenario da incubo

Per coloro che ricevono la pensione presso Poste Italiane, invece, come ormai avviene da qualche mese a questa parte, il pagamento viene effettuato in anticipo, al fine di poter gestire l’afflusso delle persone presso i vari uffici. Entrano nei dettagli, quindi, i soggetti interessati devono fare riferimento al seguente calendario, scaglionato in base alle iniziali del cognome del titolare del trattamento pensionistico:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • A-B, giovedì 25 novembre;
  • C-D, venerdì 26 novembre;
  • E-K, sabato 27 novembre;
  • L-O, lunedì 29 novembre;
  • P-R, martedì 30 novembre;
  • S-Z mercoledì 1° dicembre.