Occhio ai pagamenti indesiderati con la carta di credito. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

carta di credito pagamenti
Foto © AdobeStock

soldi non fanno la felicità, ma aiutano sicuramente a risolvere un bel po’ di situazioni. Ogniqualvolta desideriamo acquistare un bene o servizio, d’altronde, dobbiamo necessariamente mettere mano al portafoglio. A tal proposito nell’ultimo periodo, complice l’impatto del Covid e anche la spinta da parte del governo, si è registrato un maggior utilizzo degli strumenti di pagamenti elettronici.

Tra questi si annoverano ovviamente le carte di credito, che permettono di effettuare i vari pagamenti, sia presso negozi fisici che online, in modo facile e veloce. Allo stesso tempo non bisogna mai abbassare la guardia, in quanto può capitare a tutti, prima o poi, di dover fare i conti con dei pagamenti indesiderati. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da saperei in merito.

Carta di credito, come bloccare i pagamenti indesiderati: ecco cosa c’è da sapere

Negli ultimi anni si è assistito a una graduale rivoluzione degli strumenti di pagamento, con monete e banconote che sembrano destinate ad essere sostitute dal digitale. In attesa di vedere cosa ci riserverà il futuro, si consiglia di prestare attenzione ai pagamenti con carta di credito, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti.

Può capitare a tutti, infatti, di ritrovarsi alle prese con pagamenti indesiderati. A partire da un importo errato fino ad arrivare ad un abbonamento non richiesto, sono diverse le situazioni in cui è possibile imbattersi. Da non dimenticare, poi, il rischio di smarrire la carta o, nei peggiori dei casi, essere vittima di un furto.

Tutte circostanze che portano il titolare della carta di credito a dover bloccare un pagamento. Un’operazione di per sé semplice, anche se, nella realtà dei fatti, non tutti sanno come fare. A tal proposito bisogna sapere che ogni banca mette a disposizione dei propri clienti dei canali ad hoc, attraverso i quali poter richiedere di bloccare un pagamento con carta di credito.

In genere un cliente può effettuare tale richiesta tramite telefono o internet.  Ad esempio ING invita i clienti ad inviare apposita richiesta semplicemente compilando il modulo presente nell’Area Riservata.

LEGGI ANCHE >>> Bonus ed esenzioni, abbassare l’Isee in modo legale è possibile: 5 trucchi che in pochi conoscono

Hype, invece, consente di contestare un pagamento attraverso l’invio del modulo all’indirizzo mail hello@hype.it. In ogni caso, onde evitare spiacevoli inconvenienti, il consiglio è quello di contattare la propria banca, in modo tale da ottenere informazioni più dettagliate in merito.