Enormi potenzialità ma anche qualche lato negativo. Sugli smartphone possono attivarsi servizi non desiderati. Basta un click sbagliato.

Smartphone cancellazione servizi pagamento
Foto © AdobeStock

Gran cosa la tecnologia. Collegarsi da un capo all’altro del mondo nel semplice spazio di un click e riuscire, in modo estremamente migliore rispetto al passato, a ottenere performance illimitate dal punto di vista della comunicazione. Fino a qualche decennio fa avremmo parlato dei computer. Oggi, tuttavia, la potenzialità infinita del tecnologico è concentrata in dispositivi più piccoli ma non per questo meno potenti, seppure in declinazioni diverse. Smartphone e iPhone sono gli strumenti che ci accompagnano nella quotidianità, che ci permettono di tenerci in contatto non solo telefonicamente ma anche tramite le piattaforme web.

E l’interazione telefono-internet è ormai così radicata da rendere quasi invisibile il confine. Per questo, in alcune occasioni, ci si ritrova a dover fare i conti con i lati meno nobili della rete. Sì, perché la truffa non è solo nel tentativo di phishing o nell’utilizzo di qualsiasi strumento per accedere ai soldi altrui più facilmente, ma anche nel posizionare i banner giusti o nell’utilizzo di un’app in grado di far comprare involontariamente dei servizi a pagamento. Niente di strano, quindi, se il nostro smartphone dovesse segnalarci delle spese mai sostenute. A volte basta un click per cadere nel tranello.

Servizi a pagamento non richiesti: come disattivarli su smartphone

Si tratta perlopiù di servizi accessori, che vanno dagli abbonamenti a siti di news ai giochi online. Ad esempio, per quanto riguarda l’app MobilePay, sulla quale diversi operatori si appoggiano, basta cliccare anche erroneamente su una finestra per attivare abbonamenti non richiesti. Si tratta di un servizio dal quale non è possibile cancellarsi ma solo disattivare le funzioni accese senza essere richieste. E bisogna anche fare in fretta, poiché alla prima ricezione del contenuto, i soldi saranno scalati dal credito. O dalla ricarica successiva, qualora non ci fossero soldi a sufficienza. Tramite il servizio clienti sarà comunque possibile ottenere un rimborso.

LEGGI ANCHE >>> Voglia di smartphone nuovo? Ecco le migliori proposte a meno di 200 euro

Nel momento in cui ci si accorge di aver attivato per errore un abbonamento, basterà disdirlo attraverso un link contenuto nell’SMS che comunica l’avvio del servizio. Oppure cliccando sul sito SelfCare MobilePay e indicando numero di telefono e operatore telefonico che gestisce la nostra linea. Dopodiché, ricevuto un Pin per accedere al pannello di gestione degli abbonamenti dello smartphone, sarà possibile procedere alla disattivazione. Confermata da un ultimo SMS. Restano comunque a disposizione i servizi di assistenza al cliente, ai quali si potrà richiedere anche il blocco dei servizi a sovrapprezzo, così da disattivare MobilePay. Per il rimborso, occorrerà una velocità da giaguari: subito dopo l’attivazione dei servizi bisognerà attivarsi per disdire. Nell’ordine di pochi minuti.