Monete che hanno fatto la storia del nostro paese, monete che hanno caratterizzato la vita di milioni di italiani.

monete rare
Foto © AdobeStock

Monete che hanno letteralmente identificato il nostro paese, tra i confini e non. Monete che che per milioni di italiani hanno rappresentato l’infanzia, i primi passi verso l’adolescenza e l’età adulta, monete insomma che difficilmente potranno essere cancellate dalla memoria collettiva di un paese, che in un secolo preciso, quello in cui vengono coniate queste intense testimonianze, vive la tragedia della guerra, della dittatura, della fame e degli stenti e poi di una ripresa che forse qualcuno non avrebbe immaginato tanto travolgente.

La storia del nostro paese è ovviamente caratterizzata dall’esperienza della Lira. L’Italia monarchia, poi repubblica, oppressa e poi libera che vie il suo quotidiano rivedendosi in quelle monete in quegli oggetti che scandiscono le ore, i giorni, gli anni. Una Italia ricca di imprese e ricordi memorabili che rivive attraverso le sue monete, il suo patrimonio. I collezionisti, oggi, impegnati nel reperire ovunque pezzi sempre più pregiati e rispondenti ad una certa logica, dettata anche dalla passione.

Monete, tirate fuori tutte le vecchie Lire: tutti i pezzi maggiormente ricercati

Lira Spiga
Foto: Web

Uno dei pezzi maggiormente ricercati è senza dubbio la moneta da 1 Lira Arancia 1947. Ornata di spighe da una parte e con un ramo d’arancio dall’altro, questa moneta può rappresentare per il fortunato possessore un vero e proprio tesoro. Il suo valore in ottime condizioni? 1500 euro, davvero niente male insomma. La moneta da 2 lire denominata spiga per la figura mostrata su una delle due facciate, coniata anch’essa nel 1947 in perfetti condizioni può arrivare a valere anche 1800 euro, parliamo di veri e propri tesori.

LEGGI ANCHE >>> La scoperta che ha lasciato di stucco i collezionisti: Quanto valgono le 6mila monete

Altro pezzo assai pregiato, per tutti i collezionisti italiani e non è rappresentato dalla moneta da 5 lire denominata Uva. Questo esemplare coniato nel 1946 è in qualche modo la moneta della rinascita, quella del dopoguerra, della ricostruzione e dei sogni che si fanno vivi e pressanti. La prima 5 lire, inoltre, coniata dalla Repubblica italiana. Su una delle due facciate, un grappolo d’uva. Il suo valore in condizioni ottimali, in perfetto stato di conservazione? Ben 1200 euro, davvero niente male, insomma. Monete che hanno davvero fatto la storia del nostro paese in un momento ben preciso, in un’epoca ben precisa. Pezzi ormai da collezione ricercati in ogni angolo del pianeta, una gran bella soddisfazione, insomma.