Un semplice sms di Poste Italiane può rivelarsi alquanto pericoloso. L’attenzione deve rimanere alta perché si tratta di un tentativo di truffa.

sms Poste Italiane truffa
Adobe Stock

Solo pochi giorni fa la Polizia Postale ha allertato i cittadini di un raggiro in arrivo tramite messaggio identificato come la “truffa del pacco”. Oggi, viene proposta una nuova allerta che sfrutta il nome di Poste Italiane. Si tratta dell’ennesimo tentativo di phishing, anzi di smishing, messo in atto tramite sms. Le ignare vittime ricevono un messaggio dal contenuto allarmista, cedono alla paura e seguono le istruzioni indicate regalando ai truffatori facile accesso ai propri dati personali. Nello specifico, l’ultima truffa a nome di Poste Italiane spia illegittimamente i movimenti dei malcapitati che cadono in trappola.

Attenzione all’sms in arrivo da Poste Italiane, nasconde una truffa

Poste Italiane è vittima della truffa così come tutti i cittadini a cui è già arrivato o arriverà un sms a nome dell’azienda italiana. Il meccanismo messo in atto si chiama phishing e prevede la generazione automatica di un messaggio che vuole passare per una comunicazione ufficiale di Poste Italiane. Il contenuto invita il destinatario a cliccare su un link per risolvere la problematica espressa nel testo. Lo scopo è rubare i dati sensibili dell’utente per accedere a carte e conti e svuotarli.

L’ultima truffa ha come testo “E’ stato rilevato un accesso insolito in Belgio; lo disconosce?“. Il mittente è PosteInfo – o almeno questa è l’impressione – e invita le vittime a fare attenzione alle frodi – oltre il danno la beffa – e di risolvere la questione compilando un form.

Leggi anche >>> Unicredit, nuovo allarme phishing: ecco come evitare la truffa svuota-conto

Come riconoscere l’inganno

Riconoscere l’sms falso è semplice conoscendo il testo ingannevole. Inoltre, bisogna sempre diffidare da e-mail o messaggi in cui viene chiesto di inserire dati personali. Se si avessero dei dubbi è consigliabile contattare il servizio clienti Poste Italiane e chiedere informazioni. Mai cedere al timore di problemi su carte e conti senza prima verificare la veridicità di quanto affermato nel testo della missiva.

L’sms dell’ultima truffa segnalata con mittente Poste Italiane invita, come detto, alla compilazione di un form cliccando su un link. Procedendo in tal senso si verrebbe rinviati direttamente ad una pagina creata appositamente dagli hacker per procedere con gli intenti truffaldini. Mai cliccare, dunque, o seguire altre indicazioni contenute nel messaggio ma segnalare subito il tentativo di phishing alla Polizia Postale in modo tale da evitare che ignare vittime possano cadere nella trappola.