Attenzione se si è clienti di Unicredit. Negli ultimi giorni, molti utenti hanno segnalato un subdolo tentativo di phishing. Occhio a questo messaggio.

Phishing UniCredit
Foto © AdobeStock

Ancora un allarme phishing a scuotere gli utenti del web. Stavolta, a finire nel mirino dei criminali del web sarebbe nientemeno che Unicredit. La banca, o meglio i suoi clienti, sarebbero infatti al centro di un attacco mirato, veicolato tramite un messaggio ingannevole, inviato con il proposito di svuotare i conti altrui facendosi di fatto consegnare le chiavi di accesso. Una truffa sempre più spesso utilizzata per riuscire ad accedere ai vari home banking ma che, in questo caso, sembrerebbe addirittura più pericolosa del solito. Non certo una bella notizia.

Gli stessi utenti hanno segnalato il problema, in modo peraltro sorprendente considerando le misure anti-raggiro disposte dalle banche, Unicredit compresa. Qualcuno, nonostante tutto, continua a provarci. Nei giorni scorsi, le segnalazioni sarebbero arrivate in serie, lamentando l’arrivo di un nuovo e decisamente ambiguo messaggio nel quale si minaccerebbe, come sempre, il blocco del conto con Unicredit. Niente di nuovo? Forse sì.

Unicredit nel mirino dei cybercriminali: come difendersi

Nel messaggio ci sarebbero i soliti elementi destabilizzanti: un avviso circa un presunto blocco del proprio conto corrente, un link malevolo sul quale cliccare per avviare le operazioni di sblocco (naturalmente fornendo le proprie credenziali, così da farvele rubare) e il solito tono a metà fra il mellifluo e il minatorio che tendenzialmente accompagna questi tentativi. Frasi della serie “questo ti impedirà di poter effettuare pagamenti online con la tua carta di credito”, oppure “abbiamo disattivato tutte le operazioni online”, sia su carta che da conto web. Niente di più falso naturalmente. Il problema è che, questa volta, il tutto sarebbe imbellettato con ulteriori dettagli, che a una prima occhiata del messaggio potrebbero indurre nel fatale errore.

LEGGI ANCHE >>> Google avverte: “Attenzione, siete vittima di phishing”, cosa sta succedendo

Nella maggior parte dei casi, il link trappola è quasi immediatamente riconoscibile, in quanto composto da parole particolari o che possono indicare qualcosa che non va. In questo caso, invece, i truffatori avrebbero predisposto il proprio phishing con un rimando (anche in questo caso fallace) all’aera servizi della banca, mascherando il link dietro la frase: “Accedi all’area servizi di Unicredit”. Attenzione quindi, se dovesse arrivarvi un messaggio del genere, a cliccare con leggerezza. Si tratta senz’altro di una truffa, tra l’altro palesata dalla richiesta successiva: ovvero confermare il telefono associato e il codice adesione del conto Unicredit. Con tanto di ringraziamenti finali. Usare il telefono, sì, ma per avvisare la vera banca di quanto appena accaduto.