Scopriamo tutte le date dei vari pagamenti Inps in programma in questi ultimi giorni del mese di novembre. Ecco quando arriveranno 

Pagamenti Inps
Foto © AdobeStock

Il mese di novembre si avvia verso la conclusione, ma questi ultimi giorni saranno decisivi per milioni di italiani in attesa degli ammortizzatori sociali. Infatti dal 22 al 30 novembre l’Inps dovrà disporre diversi pagamenti.

Tra questi spiccano senz’altro le erogazioni delle pensioni, il reddito e la pensione di cittadinanza oltre che il reddito di emergenza. Cerchiamo però di andare a fondo e di capire le date esatte dei vari accrediti. Di seguito il calendario completo.

Pagamenti Inps: tutte le date di novembre da segnare sul calendario

Andando per ordine, da giovedì 25 novembre si parte con i ritiri dell’assegno pensionistico del mese di dicembre. Come ormai accade da due anni si procede con anticipo, nello specifico, negli ultimi cinque giorni del mese. Si va in ordine alfabetico per non creare confusione e soprattutto deleteri assembramenti. 

Chi invece ha optato per l’accredito sul conto corrente, la data da cerchiare con la matita rossa è il 1 dicembre 2021, che in questo caso coincide con il primo giorno bancabile del mese.

Passando al Reddito di Cittadinanza (clicca qui per scoprire le varie modifiche inerenti questo bonus), che di questi tempi è sotto l’occhio del ciclone, con tutta probabilità si procederà con un giorno d’anticipo rispetto a quanto accade di solito. Il 27 giorno ormai consueto per questo genere di pagamenti, a novembre cade di sabato, ragion per cui l’Inps procederà con il pagamento venerdì 26 novembre. 

E il Reddito di Emergenza? Niente paura l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale tutto può. C’è ancora in ballo l’ultima rata, ovvero quella di settembre 2021. Dopo vari ritardi e problemi burocrati, stavolta sembra essere la volta buona. Dal 23 novembre al 26 settembre saranno elargiti i pagamenti sia della quarta rata che di eventuali arretrati. 

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, anno nuovo vita nuova? Cosa riserverà il 2022 ai percettori

Tra gli altri servizi previsti nel mese di novembre bisogna inoltre annoverare il bonus Irpef 100 euro (l’ex bonus Renzi per intenderci) che dovrebbe iniziare proprio in questi giorni, così come il Bonus Bebé, che viene corrisposto ai neogenitori per il primo anno di vita del bambino.

Grande attesa anche per un altro sussidio che andrà definitivamente in archivio, ovvero il Cashback di Stato. I fortunati vincitori (i primi 100.000 della graduatoria), attendono con grande entusiasmo la corresponsione dei 1.500 euro previsti dal piano.