Una moneta che fa storia da se. I collezionisti si dividono e provano a leggerne le caratteristiche uniche.

Euro coins

Una moneta che ad oggi scrive la sua storia da se, una moneta che questa storia la tira fuori dal nulla si potrebbe dire, un po’ fascino un po’ mito consolidato dal seguito dei collezionisti sempre sul pezzo in ogni caso, ed un po’ fiuto dell’affare, quanto c’è di vero in questo. Quante volte il web ci ha messi davanti a situazioni per cosi dire scomode, con monete, o banconote che forse non valevano davvero ciò che per loro si richiedeva, ma questo è un altro discorso, questo sta all’attenzione dei collezionisti o al massimo dei curiosi.

La moneta in questione è la classica del momento, dell’epoca che viviamo, protagonista assoluta dal 2002, quando in un colpo solo ha spazzato via una storia lunga una vita, ed anche di più, come quella della lira. La moneta da un euro di cui parliamo, è coniata proprio nel 2002. Negli anni moltissime sono state le edizioni, le versioni di monete travolte per cosi dire dal successo. Soprattutto quelle da 2 euro, spesso utilizzate per eventi commemorativi, ricorrenze e quant’altre. Coniate, insomma per restare nella storia.

Monete, da 1 un euro ma la sua valutazione è ai limiti della realtà

Moneta 1 euro
Moneta 1 euro (Ebay)

Ciò che succede a questa particolare moneta ha dell’impensabile. Qualcosa alla quale non pensavamo di assistere, ed invece. I dubbi, in merito all’autenticità eventuale dell’oggetto sono per la verità molti. Tutti si chiedono quanto quella particolare valutazione possa in effetti essere fedele, quanto quella richiesta possa rispondere a logiche consolidate nell’universo dei collezionisti di tutto il mondo. Le considerazioni da fare sarebbero in realtà tantissime, la cautela, in ogni caso, resta l’arma migliore in una fase di avvicinamento all’oggetto, per cosi dire.

LEGGI ANCHE >>> La moneta piena di errori: offrono 200 mila euro per averla ma c’è un’incognita

18.450 euro la sua valutazione, parliamo di una moneta dunque assolutamente fuori dal comune, almeno in teoria. Il suo “difetto” di fabbrica consisterebbe in una mangiata di stelle mancanti su una delle due facciate. Le stelle che simboleggiano i vari paesi insomma. I dubbi dei collezionisti sono per la verità molti, si teme la frode, si teme di restare truffati dopo aver pagato una cifra assolutamente fuori dalla realtà considerando gli standard del settore. Cosa fare quindi? Valutare ogni aspetto, prima di rischiare concretamente i propri soldi, valutare bene e si ribadisce, tutto.