La società che gestisce le carte di pagamento e prelievo, ha chiesto all’Antitrust di modificare il meccanismo delle commissioni per il prelievo al bancomat 

Prelievo al bancomat
Fonte Adobe

Un’importante novità potrebbe rivoluzionare le modalità di pagamento delle commissioni bancarie. Allo stato attuale il servizio Bancomat si basa su una transazione interbancaria di 49 centesimi di euro che la banca emittente riconosce all’istituto proprietario dell’Atm dove viene effettuato il prelievo.

Inoltre ogni utente paga un ulteriore commissione in base a quanto previsto dal contratto con la banca che ha emesso la carta. Poi c’è il caso degli istituti di credito online, che permettono di effettuare prelievi gratis al di sopra di una determinata soglia (generalmente 100 euro) presso qualunque sportello.

Prelievo al bancomat: come potrebbe cambiare il sistema delle commissioni

Negli scorsi mesi però la società che gestisce il Bancomat ha presentato all’Antitrust un progetto che prevede la possibilità da parte della banca di decidere autonomamente quanto addebitare per ogni richiesta di contanti. La commissione sarà resa nota nel momento in cui verrà autorizzato il prelievo. 

I costi quindi saranno variabili in base allo sportello scelto per effettuare il prelievo. In alcuni casi potrebbero anche essere più alti di quelli attuali, visto che si tratta di una scelta commerciale da parte della banca.

Il nuovo sistema diventerà operativo solo nel momento in cui sarà approvato dall’Antitrust, che ha tempo fino ad aprile 2022 per esaminarlo e prendere una decisione in merito. Uno degli aspetti che l’autorità di controllo del mercato dovrà valutare attentamente e se le modifiche al sistema delle commissioni possano rappresentare un fattore che restringa o falsi la concorrenza. 

LEGGI ANCHE >>> Prelievo al bancomat, in questo modo troveremo la commissione più bassa

Contestualmente, il governo per combattere l’evasione fiscale sta compiendo un passo decisivo. Da gennaio infatti la soglia dei pagamenti in contanti si abbassa a 1000 euro. Tutto ciò che va al di sopra quindi deve essere pagato tramite strumenti elettronici e quindi tracciati.

Due importanti innovazioni, che potrebbero dare una scossa al sistema economico così come concepito adesso. Non resta che aspettare per capire se anche i cambiamenti per quanto concerne le commissioni bancarie saranno ufficiali.