Uno strumento vero e proprio di comunicazione, qualcosa, oggi, di inconcepibile. Allora era tutt’altra sensazione, vederlo.

Oggetto d’altri tempi concetto d’altra epoca, qualcosa che oggi si faticherebbe a comprendere, infatti le nuove generazioni probabilmente nemmeno saprebbero come collocare all’interno della propria quotidianità un simile oggetto. Strumento di comunicazione in un tempo in cui i telefoni cellulari rappresentavano soltanto una futuristica visione, il gettone telefonico ha lasciato dietro di se una enormità di ricordi, sensazioni e rimandi ad un tempo ormai smarrito tra i decenni. Pezzo autentico di storia.

La sua comparsa risale al 1927, parliamo di momento storico in cui il concetto di telefonata, per la stragrande maggioranza della popolazione rappresentava qualcosa di altrettanto futuristico. Le cabine telefoniche, i telefoni al bar, con il gettone scambiato per 200 lire, pezzi di passato che ogni tanto ritornano nella mente dei più nostalgici. Il tempo scandito di una chiamata, la fila all’esterno della cabina telefonica, percorsi di vita che oggi non troverebbero attinenza con l’illimitato superfluo che contorna ogni nostra giornata.

Monete, oggi il valore di un gettone telefonico è davvero impensabile

Gettoni telefonici
Gettoni telefonici (Adobe)

Come tutto ciò che con il tempo di venta oggetto di collezione anche il gettone telefonico vive oggi una seconda giovinezza. Mandato in pensione, di fatto, molto prima dell’avvento dell’euro, con il disuso delle cabine telefoniche, sostituite dai telefoni cellulari, il gettone telefonico sopravvive, per l’appunto nella passione dei collezionisti. Il suo valore nominale, come anticipato era di sole 200 lire. Oggi il suo valore concreto, stimabile è assolutamente estraneo ad ogni apparente logica, considerato l’oggetto di cui si sta parlando.

LEGGI ANCHE >>> Controllate sempre il resto: queste monete sembrano 2 euro ma

Ad essere determinante, per tutti gli appassionati collezionisti moderni, è solo l’anno di conio del gettone telefonico ma anche soprattutto il suo codice. L’anno considerato più prestigioso è di certo il 1979. Per il periodo in questione possiamo riscontrare gettoni che vanno da un minimo di 15 euro ad un massimo di 60 euro, parliamo quindi di valutazione concreta, ovviamente determinata dalle condizioni di conservazione dell’oggetto stesso. Il numero 7905 ha un valore stimato, di circa 15 euro, per fare un esempio, mentre il numero 7304 è quello più prezioso, con un valore stimato, come anticipato di circa 60 euro. Un oggetto di indubbio valore se si parte dalla sua concezione iniziale, ed anche dal valore originale. Un vero e proprio affare, insomma, ritrovarsene qualcuno in casa. Un bel gruzzoletto da tenere da parte per ogni evenienza.