L’opportunità dei tirocini retribuiti non coinvolge solo i giovanissimi. Il progetto DoteComune 2021 apre le porte degli enti pubblici.

Tirocini retribuiti
Foto © AdobeStock

Con la nuova Manovra, è stato deciso di rivedere le regole del Reddito di Cittadinanza, operando un duro giro di vite. Riduzione progressiva e sospensione al rifiuto di un’offerta di lavoro: un modo per accorciare i tempi di beneficio del contributo e accelerare il reintegro nel mercato del lavoro. Così ha deciso il Governo Draghi, in attesa di capire definitivamente quanto la finanziaria andrà a stanziare per la misura. A ogni modo, è certo che la riconversione convergerà sul fronte della riduzione, così da disincentivare un ricorso troppo prolungato a misure di sostentamento in luogo di un posto di lavoro.

Tuttavia, per coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza come per i percettori dell’indennità Naspi (relativa allo stato di disoccupazione), si staglia all’orizzonte anche un’altra opportunità, fin qui considerata più conforme ai giovanissimi che a chi desidera reintegrarsi nel mondo del lavoro. Ovvero quella dei tirocini, alcuni dei quali retribuiti. Il programma DoteComune 2021, infatti, mette a disposizione degli stage con retribuzione presso gli enti locali (ad esempio i comuni), al fine di maturare esperienza e qualche somma.

Tirocini retribuiti: come funziona DoteComune 2021

I tirocini in questione forniranno a chi li svolge anche una certificazione finale, che attesterà l’adempimento dell’impegno. E, di fatto, un’esperienza in un ente pubblico valida ai fini dell’inserimento nel proprio curriculum vitae. L’Anci Lombardia, nel suo avviso n. 12/2021, aveva annunciato una selezione di 52 tirocinanti per i Comuni della Regione, rivolgendosi a disoccupati maggiorenni e residenti nel territorio lombardo, ponendo come termine ultimo per la candidatura l’11 novembre. Come detto, i destinatari della proposta saranno anche i percettori di Naspi e di Reddito di Cittadinanza.

LEGGI ANCHE >>> Stage, promesse e pochi soldi: ecco il mondo del lavoro sottopagato

L’obiettivo di DoteComune 2021 è rafforzare l’inclusione sociale, le competenze sulle amministrazioni pubbliche e anche la sensibilizzazione su quelle che sono le problematiche della collettività. Oltre, naturalmente, favorire una politica attiva per chi è rimasto senza lavoro. Sui siti di riferimento saranno caricati i bandi a cadenza più o meno mensile. In questi risulteranno l’ente ospitante, i progetti, la durata e l’indirizzo al quale inviare le domande. Al momento, per quanto riguarda la Lombardia, le aree dei tirocini sono agricoltura, stampa ed editoria, servizi turistici, pesca e silvicoltura, edilizia e servizi socio-sanitari. Tutti della durata compresa fra 3 e 12 mesi consecutivi a 20 ore settimanali. E con una retribuzione come ulteriore incentivo. Meglio tentare.