Poste Italiane S.p.A. è una realtà multicanale ormai da molto tempo. Tra i suoi prodotti, vi sono le assicurazioni sanitarie Poste, che spiccano per la loro elasticità ma non solo. Tutti i dettagli.

Assicurazioni sanitarie Poste

In questi anni i casi di malasanità correlati alle strutture pubbliche non sono di certo mancati. Ci riferiamo a strutture in cui i tempi di attesa si rivelano spesso lunghissimi. Ecco perché sempre più persone tendono a considerare l’ipotesi della stipula dell’assicurazione sanitaria privata. Essa rappresenta un prodotto in grado di tutelare appieno il sottoscrittore, stilata in modo da occuparsi di ogni aspetto rilevante per la salute del cliente.

Detta polizza accompagna nella diagnosi, nella cura e nella convalescenza, con garanzie e coperture ad hoc. Non ci si deve dunque stupire se oggi in tanti decidono di stipularne una presso la propria compagnia di fiducia.

Anche Poste Italiane, oggi realtà attiva in più campi, prevede delle polizze salute. Sono pensate per proteggere appieno il cliente da ogni imprevisto che possa pregiudicare la sua situazione sanitaria. Vedremo allora di seguito alcune delle sue offerte più significative parlando delle assicurazioni sanitarie Poste. Facciamo chiarezza.

Poste: la solidità del Gruppo

Prima di vedere da vicino le assicurazioni sanitarie Poste, spendiamo qualche parola sul complesso mondo delle polizze salute. In linea generale, grazie alla polizza sanitaria sarà il cliente a scegliere dove ed in che struttura essere curato, se pubblica o privata, valutando tra le varie formule quella che più si abbina alle proprie esigenze e necessità. Infatti le polizze salute spiccano per modulabilità, personalizzazione e per la presenza di più soluzioni. Ciò garantisce un prodotto sempre calibrato sul singolo cliente.

Pensiamo ad esempio a quelle formule con massimale illimitato, che rimborseranno tutte le spese mediche dovute ad un intervento delicato. Ma pensiamo anche a quelle formule che si riferiscono a chi, pur volendo rivolgersi al Sistema Nazionale Sanitario, non intende rinunciare ad un sostegno legato alla gravosità del costo delle cure mediche. Non di rado l’assicurazione sanitaria può rivolgersi anche all’estero. Dunque se il sottoscrittore è una persona che viaggia molto, potrebbe ritenere interessanti le formule che danno un’assicurazione sanitaria estero/viaggi.

Da rimarcare che in virtù della polizza sanitaria, avremo un rimborso garantito per le spese sanitarie sostenute per poter contare sui migliori servizi, la migliore assistenza e il miglior comfort per il cliente e per la sua famiglia. Sia prima che dopo il ricovero o l’intervento.

In sintesi, se ci chiediamo che cos’è una polizza salute – e ciò vale anche per le assicurazioni sanitarie Poste che ora vedremo – occorre dire che abbiamo innanzi un contratto che include la possibilità di compiere visite mediche, diagnostiche, specialistiche e riabilitative in strutture private e centri qualificati, in cambio del pagamento di un premio di polizza annuale, ovviamente di ammontare variabile.

Le assicurazioni di questo tipo, comprese le assicurazioni sanitarie Poste, consistono in polizze non obbligatorie, a differenza che in altri paesi del mondo in cui non c’è un sistema di sanità pubblica come il nostro. Ma è pur vero che dette polizze restano altamente consigliate. In buona sostanza, infatti, l’assicurazione sanitaria consente di usufruire di prestazioni mediche senza dover versare grandi cifre nella sanità privata.

Poste: i numeri del Gruppo negli ultimi anni

Scegliere le assicurazioni sanitarie Poste significa scegliere un’azienda con tanti anni di storia alle spalle e che, nel tempo, ha saputo estendere la rete dei suoi servizi, agendo oggi con una prospettiva multicanale.

Poste Italiane è la più grande infrastruttura d’Italia, attiva nel settore della corrispondenza e della logistica e nei servizi finanziari e assicurativi”, si trova infatti scritto nelle pagine web del sito ufficiale.

L’azienda, oggi S.p.A., vanta più di 150 anni di storia, una rete di oltre 12.700 Uffici Postali, circa 125 mila dipendenti, e ben 35 milioni di clienti. Ecco perché questa realtà può ritenersi “parte integrante del tessuto economico, sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela”.

Anno assai rilevante fu il 2015, quando fu quotata alla Borsa di Milano. L’azienda è oggi partecipata per il 29,3% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per il 35% da Cassa Depositi e Prestiti (CDP), a sua volta controllata dal MEF, e per la rimanente parte da inve­stitori istituzionali e retail.

Le assicurazioni sanitarie Poste rappresentano uno dei ‘rami’ in cui questo grande operatore è attivo. Non deve stupire dunque che le Poste abbiano un ruolo chiave e contribuiscano fortemente alla filiera produttiva e all’economia nazionale.

Nella Relazione Finanziaria Annuale 2020, sono riportati dati che non lasciano dubbi: fatturato di oltre 12 miliardi di euro, ricavi da mercato per 10,5 mld di euro, e un utile netto di 1,2 mld di euro. Tutti numeri di peso che in breve spiegano in sintesi la centralità di Poste Italiane.

Assicurazioni sanitarie Poste: la linea Protezione Persona