Consigli, trucchi vari ed eventuali. Riflessioni cervellotiche incentrate su fragili argomentazioni. 

gratta e vinci_
Foto © AdobeStock

Vincere al gioco è uno dei sogni nascosti, nemmeno poi tanto, e ripetuti degli italiani, ma non solo. Il concetto di vincere al gioco implica una serie di fattori assolutamenti convenienti, per chi gioca. Investire un piccolo importo, nella maggior parte dei casi e ritrovarsi con una vincita non considerata, ritrovarsi di fatto senza aver compiuto il minimo sforzo più ricchi. L’esempio principe, è il Gratta e vinci. Economico, in linea di massima, istantaneo. Proprio in quel caso, spesso sentiamo parlare, o al massimo leggiamo di trucchi, dritte e riflessioni varie.

Il web, nel caso specifico è pieno di “professionisti del settore”, personaggi per lo più improvvisati che spiegano come fare per vincere al gioco, controllare i numeri di codice dei Gratte e vinci prima di acquistarli, considerare le estrazioni precedenti per imbeccare il famigerato 6 al Superenalotto, oppure per il Lotto, quello autentico, studiare la frequenza delle stesse estrazioni e ridurre tutto ad un calcolo strampalato. Il risultato del calcolo? Chiaramente i prossimi numeri vincenti al Lotto, su quella specifica ruota.

Sbancare al gioco: non esistono ricette, per vincere bisogna soltanto evitare di giocare

La verità è che ovviamente non esistono ricette, non è possibile prevedere numeri, giocate e quant’altro. E’ falsa la storia dei codici dei Gratta e vinci più fortunati di altri, cosi come quella del calcolo riguardante le estrazioni del Lotto. E’ falsa la certezza del sistema ed è falso tutto ciò che siti web, giornali ecc raccontano pur di invogliare i cittadini a giocare, o al massimo per colpirli con promesse ad effetto e storie accattivanti, il più delle volte false. La vera ricetta vincente? Non giocare, immaginare di mettere da parte tutto quello che abitualmente si spende per il gioco e goderselo in altro modo.

LEGGI ANCHE >>> Come si vince al SuperEnalotto: le strategie più usate per diventare ricchi

Ipotizzando una spesa quotidiana di 5 euro per Gratta e vinci e quant’altro, ovviamente la stima è al ribasso perchè un giocatore medio investe molto di più quotidianamente, possiamo immaginare una spesa mensile di circa 150 euro. Una cifra importante, una cifra che potrebbe essere destinata ad altro, a qualsiasi altra cosa che non porti al rischio di una seria dipendenza. Seria e pericolosa. Trucchi e ricette, insomma non sono di questa vita, almeno per quel che riguarda il gioco. In quel campo la si perde, al massimo si vince una volta o forse due, ma dopo aver perso tanto, ma tanto. La migliore ricetta per vincere al gioco? Non giocare, li si che si vince, sempre.