Una moneta che fatto storia nel nostro paese ma che non ha mai rappresentato qualcosa di prezioso.

Un pezzo di storia italiana, non c’è che dire, una moneta che ha significato per il nostro paese più di quanto possiamo immaginare. Una moneta che oggi ricordiamo con enorme affetto ma che forse, prima non consideravamo più di tanto. Parliamo della 100 lire, che cosi come tutte le monete e banconote del vecchio conio è andata in pensione nel 2002 per far posto all’euro. Una moneta che oggi nasconde un valore nemmeno lontanamente immaginato anni fa.

Il suo valore negli anni è aumentato a dismisura, questo è chiaro ma è altrettanto necessario fare alcune differenze in merito alle varie versioni che negli anni si sono succedute. La più comune la 100 lire denominata Minerva è rimasta in circolazione dal 1954 al 1989, in quel caso specifico possiamo notare numerose versioni caratterizzate a un valore discretamente alto, cosa che ad esempio non accade con gli ultimi esemplari che in alcuni casi possono valere anche pochi euro se non di meno.

Moneta da 100 lire in versione di prova: il suo valore raggiunge i 3000 euro

100 Lire Minerva prova
Fonte foto: web

Parlando della versione di prova della 100 lire definita Minerva del 1954 bisogna sottolineare quanto questa sia di fatto la moneta da quel taglio con il valore più importante riscontrato. Ci riferiamo alla sua versione prova, una versione chiaramente coniata in pochissimi esemplari. Bene, oggi quella versione, chiaramente in uno stato di conservazione ottimale può arrivare a valere fino a 3000 euro, una cifra davvero incredibile se si pensa al valore nominale di questa moneta, negli anni sempre più esiguo considerando anche il suo reale potere d’acquisto.

LEGGI ANCHE >>> Controllate sempre il resto: queste monete sembrano 2 euro 

Altre versioni, come quella ad esempio del 1962 o anche del 1956 possono valere cifre considerevoli, nel secondo caso superiamo anche le 200 euro, poi è chiaro che tutto dipende dallo stato di conservazione dell’oggetto. Va detto inoltre che questa particolare moneta negli anni è sempre stata destinata anche a versioni commemorative che hanno raccontato in qualche modo ciò che succedeva nel nostro paese. In quel caso parliamo di monete che possono valere dai pochi euro a cifre molto più consistenti. Oggi collezionare monete è per certi versi più semplice considerati i canali del tutto nuovi che oggi consentono di arricchire la nostra collezione. Le informazioni più dettagliate dal web che ci consentono di sapere tutto del pezzo che abbiamo deciso di seguire. Il presente insomma è il massimo per chi vuole iniziare a collezionare monete.