Aumentano i crimini online ma anche quelli tradizionali non sono da meno. Ecco come difendersi dai ladri di appartamento.

Ladri casa
Foto © AdobeStock

Negli ultimi tempi siamo abituati a guardarci le spalle soprattutto dalle truffe online. Il che è anche piuttosto normale visto che la digitalizzazione repentina di tutti i sistemi ha esasperato il rischio di incappare nei cybercriminali di turno. A ogni modo, per quanto la rete possieda canali rischiosi difficilmente contrastabili da mani non esperte, non bisogna abbassare la guardia per quel che riguarda i nostri beni “materiali”. Casa, auto e quant’altro finiscono sovente nel mirino dei ladri, specie nel periodo estivo. Ma anche durante le altre stagioni un’attenzione a ciò che si possiede è bene tenerla.

Sì, perché se è vero che i raggiri online sono sempre più infidi e pericolosi, lo sono anche i furti “tradizionali”. Anche perché, con l’ora indietro da poco rimessa sui nostri orologi, le maggiori ore di buio potrebbero favorire qualche ospite indesiderato. Lo dicono i numeri: solitamente, a novembre, i furti negli appartamenti tendono ad aumentare di circa il 15%. Un dato che preoccupa, anche se le precauzione contro i ladri esistono. Anzi, per la verità esistono anche degli indizi che possono in qualche modo farci intuire che la nostra casa è finita nel mirino di qualcuno.

I ladri ronzano attorno alla nostra casa: i dettagli rivelatori

Cinque dettagli da tenere d’occhio, una volta scoperto quali siano naturalmente. Per quanto possa sembrare strano, sono proprio alcune piccolezze insolite a darci il segnale giusto circa la presenza dei ladri attorno alla nostra abitazione. Negli ultimi mesi, sembra andare molto di moda la tattica dei fagioli rossi sulla soglia di casa. Secondo le Forze dell’ordine, si tratta di un modo per capire se una casa è occupata o meno. E’ uno di quei dettagli a cui, per quanto strano, tendiamo a non dar peso, pensando magari che ci siano finiti per qualche scherzo. Occhio anche ai vecchi trucchi: ad esempio il triangolo, che contrassegna una donna sola, oppure un cerchio con una linea, che evidenzierebbe un’abitazione più sorvegliata. Segni che indicano la presenza di qualcuno che sta passando in rassegna le case di un determinato quartiere.

LEGGI ANCHE >>> Casa a rischio furto: i tre posti in cui i ladri cercano soldi e oggetti di valore

Attenzione anche alle telefonate. A volte capita di rispondere e vedere la linea messa immediatamente giù. Ma anche “visite” frequenti da parte di sedicenti venditori potrebbero essere un segnale da tenere in considerazione, specie se dovessero offrire servizi che richiedano l’accesso alla proprietà. Persino la presenza ripetuta di auto mai viste sulla nostra strada può essere un’indicazione, specie se le vetture transitano senza mai fermarsi lungo la via. In caso di sospetti, prendere nota della targa può essere utile. Infine, occhio alle situazioni stile Arancia meccanica. Se qualcuno bussa alla nostra porta chiedendo aiuto, meglio andarci piano. Non è questione di egoismo, ci mancherebbe, ma spesso i ladri utilizzano questo espediente come scusa per entrare nella proprietà altrui. Un po’ di prudenza non guasta.