Nel 2022 cambieranno le norme sui consumi del riscaldamento per un risparmio in bolletta. Scopriamo quali sono le modifiche introdotte dall’Unione Europea.

riscaldamento risparmio
Adobe Stock

Dal 1° gennaio 2022 potrebbe aspettarci un risparmio dei consumi sul riscaldamento dato che l’Unione Europea ha introdotto norme disciplinanti a favore dei contribuenti. Nello specifico, la direttiva coinvolta nel cambiamento è quella sull’efficienza energetica. “Laddove siano installati contatori o contabilizzatori di calore leggibili da remoto, le informazioni sulla fatturazione o sul consumo basate sulla lettura dei contabilizzatori di calore devono essere fornite agli utenti almeno una volta al mese”. Di conseguenza non si correrà il rischio di pagare una bolletta troppo alta per una errata valutazione dei consumi dato che si potrà stabilire con esattezza la portata di cui si è usufruito nel mese precedente.

Riscaldamento e bolletta, obiettivo risparmio

La lettura automatica permetterà di rilevare con esattezza i consumi del riscaldamento, le informazioni saranno disponibili online e i frequenti aggiornamenti consentiranno di essere precisi nel momento di invio della bolletta. Il tutto dovrà essere comunicato ai cittadini spesso, una volta al mese minimo. L’obiettivo è aiutare i contribuenti a riconoscere ed eventualmente modificare in tempo le cattive abitudini dell’uso del riscaldamento nei mesi invernali. Conoscendo l’importo esatto da corrispondere mese per mese si potranno riscontrare consumi eccessivi e mettere in atto azioni che consentiranno di risparmiare.

Meno spreco, dunque, e maggiore efficienza energetica per tutti coloro che possiedono un sistema di rilevazione da remoto (la maggior parte delle abitazioni ormai ne hanno uno).

Leggi anche >>> Quali sono gli elettrodomestici che infiammano i consumi: la risposta è pronta a sorprendere

La lettura dei contatori

L’Unione Europea ha pensato a soluzioni differenti dal kilowattora per consentire agli utenti di comprendere meglio i consumi. Ogni contribuente potrà visionare un grafico e conoscere, così, il confronto tra il consumo del periodo in corso e il consumo nello stesso periodo durante l’anno precedente. Inoltre, tutti i recapiti dell’Enea verranno aggiornati e diffusi così come i recapiti delle associazioni dei consumatori in modo tale da poter richiedere spiegazioni o consigli sull’efficienza energetica. Un ultimo aiuto in relazione alla lettura dei contatori riguarda il confronto tra utenti diversi, i cosiddetti profili comparativi.

In conclusione, i contribuenti avranno tra le mani gli strumenti adatti per valutare i propri consumi, riconoscere gli sbagli e chiedere informazioni per migliorare le abitudini e risparmiare sulle bollette.