Una quantità di canali di altissima qualità quasi dimenticati a causa del successo delle grandi piattaforme streaming. L’altro lato del Digitale terrestre.

Digitale terrestre
Foto © AdobeStock

Anche se lo switch off è sempre più prossimo, non è chiaro quanti tv, effettivamente, non saranno più in grado di supportare i servizi del Digitale terrestre. Non bisogna dimenticare, infatti, che già da tempo i televisori sono “smart” e, insieme, collegabili ai servizi più performanti senza problemi. Tuttavia, va ricordato che la maggior parte dei canali più seguiti sono presenti su piattaforme a pagamento. Da Amazon Prime Video a Netflix, passando per Disney +, il contributo in questi casi viene pagato senza obiettare, considerando che a fronte di un corrispettivo tutto sommato accettabile si può usufruire di una serie infinita di contenuti di alta qualità.

Che sia mensile o annuale, i vari abbonamenti consentono di accedere a un vastissimo mondo di cinema e intrattenimento, a portata di click e davvero per tutta la famiglia. Anche se non tutto può considerarsi a pagamento. Esiste infatti una parte “free”, fruibile con le tecnologie smart ma sconosciuta ai più, nonostante sia tranquillamente a disposizione di tutti. Si tratta della cosiddetta tecnologia HBBTV, acronimo di Hybrid Broadcast Broadband TV. Le Tv ibride per farla semplice, ovvero legate al Digitale terrestre ma funzionanti tramite internet.

Tv ibrida e Digitale terrestre: quali sono i canali free

Una funzione presente sugli smart tv ma, paradossalmente, poco utilizzata. Eppure mette a disposizione decine di canali, in alcuni casi persino con contenuti aggiuntivi rispetto a quelli del Digitale terrestre. Si tratta, di fatto, di una serie di applicazioni streaming che possono essere lanciate direttamente da telecomando, a patto che il tv sia sintonizzato sulla piattaforma satellitare Tivusat. Solitamente, sul tv compare il classico “pallino” colorato, cliccando sul quale si accede ai vari servizi dell’HBBTV. L’apertura consentirà di entrare in una sorta di menu, grazie al quale potranno essere utilizzate anche altre funzioni, fra le quali configurare le varie opzioni per la pubblicità personalizzata.

LEGGI ANCHE >>> Digitale terrestre, non gettate il vostro vecchio televisore: ecco perché

Il servizio è di quelli importanti, considerando che lo standard mette insieme alcuni fra i principali editor europei, oltre ai produttori top di Smart Tv e Box Tv. Ecco perché quasi tutti gli smart tv sono dotati di questa tecnologia. Fra i canali visibili (una lista estremamente lunga) rientrano anche alcuni contenuti Rai, fra i quali Rai Radio 2, Rai 4K, Rai Play e Rai Tv+. Inoltre, per quanto riguarda Discovery Channel si annoverano i canali HD di Real Time, Nove, Food Network e Giallo, oltre ai canali per bambini K2 e Frisbee. Presenti anche i canali dei documentari come Discovery Channel, Science e Animal Planet, oltre al canale della BBC. E ancora SportItalia, con SI Solo Calcio, Motori e Live 24, tutto in HD. Canali che permettono di usufruire di servizi di prima qualità ma, fin troppo spesso, lasciati nel dimenticatoio. L’ombra dei grandi network è molto lunga…