L’istruzione universitaria è sempre gettonata ma le spese, soprattutto di questi tempi, potrebbero non essere per tutti. C’è però un’agevolazione per figli studenti…

Bonus studenti requisiti
Foto di Luisella Planeta Leoni da Pixabay

La scuola è ricominciata da un pezzo ormai ma le spese, si sa, non restano mai ancorate al fatidico settembre. Può capitare, nel corso dell’anno, di dover sopperire a qualche costo extra, specie nei casi degli studenti più giovani, ai quali sono richiesti diversi accessori durante lo svolgimento dell’attività didattica. Sì, perché nonostante tutto le lezioni frontali e in presenza restano quelle predilette, quelle che creano relazioni e stimolano la creatività. E la scuola, del resto, rappresenta un investimento per il futuro. Studenti che formano sé stessi e la loro cultura per divenire i protagonisti della società del domani.

Tuttavia, secondo l’Istat, il nostro Paese sarebbe ancora indietro rispetto alla media europea in fatto di grado di istruzione e specializzazione formativa. Forse perché, negli anni, i costi di accesso a determinate soglie di istruzione diventano più importanti. Anche se, per l’iscrizione a un’università ad esempio, per le famiglie valgono le soglie reddituali e l’importo, per l’istruzione pubblica, è sempre declinato in tal senso. Diverso il discorso per master, Erasmus e quant’altro. A ogni modo, non tutti sanno che esiste una particolare agevolazione per chi ha figli studenti.

Bonus fiscale per gli studenti: i requisiti di accesso

Un Bonus fiscale da 500 euro per i genitori, utile al recupero delle spese e destinato a numerose famiglie. Si tratta, di fatto, di un’agevolazione finalizzata alla detrazione fiscale delle spese per la formazione degli studenti. Ad esempio, per chi ha un figlio all’università può subentrare una detrazione Irpef, attualmente al 19%, applicabile su un importo massimo di 2.633 euro. Quindi, un bonus da 500 euro circa da inserire in dichiarazione dei redditi, un po’ come avviene per le spese sanitarie. Attenzione ad alcuni dettagli formali. La detrazione è infatti indipendente dal tipo di università (quindi pubblica e privata) ma dovranno essere esclusi corsi quali specializzazione, dottorato e master.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Inps per studenti: imperdibile occasione da 1.300 euro

Possibile anche il bonus per i fuori sede, con l’ateneo che dovrà tassativamente essere ubicato in un Comune diverso da quello di residenza e distante perlomeno 100 chilometri. O quantomeno trovarsi in una differente provincia. Stesso discorso per l’immobile preso in affitto. Attenzione anche qui: le uniche spese che relative al contratto di locazione che rientreranno nel bonus saranno quelle tracciabili (carta o bonifico). Fondamentale anche la conservazione del contratto stipulato ai sensi della Legge 431/1998. Senza, non sarà possibile accedere al Bonus fiscale. Figli studenti o no.