Contattare l’Assistenza Clienti Amazon è facile? Che fare se il pacco arrivato è sbagliato? E per disdire Prime? Ecco tutti i modi per parlare con un operatore oppure scrivere al Customer Care.

Web

Impossibile non aver acquistato, almeno una volta nella vita, qualche articolo su Amazon, il più grande marketplace del mondo. Quando si digita il nome di un prodotto sui motori di ricerca, è praticamente sempre il primo risultato, così come se si interroga Internet per delle recensioni, e i prezzi sono talmente convenienti che risulta davvero difficile trovare altri e-store che possano competere. Il successo di Amazon viene da lontano, e ai più può sembrare che sia sempre esistito. In realtà questo negozio online inizialmente vendeva solo libri, un genere di articolo che potrebbe anche sembrare di nicchia. Il successo fu invece così immediato che all’unica categoria presente se ne aggiunsero ben presto altre. Il resto è praticamente Storia.

Ma davvero Amazon, oltre ad offrire prodotti a basso costo, è dotato di un servizio di attenzioni alla clientela eccezionale? Vediamo quali canali offre per comunicare coi suoi clienti e se è in grado di risolvere efficacemente le problematiche più comuni, come un reso, il rimborso, lo smarrimento di un pacco o i vari abbonamenti ai servizi come Prime, Audible, Kindle e l’ultima invenzione, Pantry – la spesa alimentare a domicilio.

Come fare a comprare su Amazon

Per poter fare acquisti in questa piattaforma dove si trova praticamente di tutto è necessario creare un account. Il procedimento è semplice, basta inserire una email, scegliere una password e il gioco è fatto. Dall’account si possono gestire in modo facile tutte le procedure, dall’ordine al tracciamento del pacco, dal reclamo alla richiesta di rimborso. Si può anche contattare l’assistenza clienti e gestire gli eventuali abbonamenti ai servizi offerti da Amazon. Con l’Account si possono anche effettuare pagamenti su altri siti, basta memorizzare una carta ricaricabile o di credito nel proprio profilo. Dal punto di vista della sicurezza non bisogna temere. Amazon utilizza i più sofisticati sistemi di criptaggio dei dati e le transazioni economiche sono praticamente impossibili da violare. Ma se qualcosa durante l’acquisto va storto, come si fa a contattare Amazon? Ecco tutti i modi a disposizione degli utenti.

Comne tracciare la spedizione

Ottenere le principali informazioni, come ad esempio lo stato di avanzamento del pacco, l’annullamento di un ordine, la gestione delle carte di credito memorizzate e così via è molto semplice: dal proprio account Amazon, o digitando sulla barra degli strumenti questo indirizzo, si accede ad una schermata dalla quale si può scegliere il tipo di aiuto desiderato. L’interfaccia è davvero ben fatta ed è impossibile non trovare al volo l’opzione che serve. Ecco i menù principali:

  • Verifica lo stato della spedizione – Modifica o annulla ordini
  • Gestisci Prime
  • Info sulla sicurezza delle transazioni
  • Restituisci o sostituisci articoli
  • Aggiungi o modifica i metodi di pagamento
  • Opzioni su buoni regalo, ricariche o coupon
  • Supporto tecnico per dispositivi elettronici
  • Gestisci il tuo Account
  • Contattaci

Da questa ultima opzione si accede ad un’ulteriore schermata ancora più completa, che permette di trovare una soluzione più specifica: da qui si possono anche intraprendere azioni di reclamo, semplicemente cliccando sull’ordine inerente: vi è infatti la lista delle ultime transazioni effettuate. Il più delle volte è possibile trovare una risposta e la risoluzione a qualsiasi problematica. Ma se si desidera parlare con un operatore?

Come farsi contattare da Amazon

Per essere chiamati velocemente da un operatore di Amazon è necessario proseguire nella procedura iniziata nella sezione “Contattaci”. Bisogna dunque per prima cosa selezionare il tipo di aiuto desiderato, per poi arrivare alla schermata dove viene chiesta la preferenza: si potrà cliccare sul pulsante “Telefono” per ricevere una chiamata – e il servizio solitamente è davvero veloce – oppure fare clic sul pulsante Email per comunicare tramite casella di posta elettronica. Vi è anche la possibilità di selezionare “Chat” per iniziare una conversazione in diretta con un addetto. Se una o più di queste opzioni non fosse disponibile, è perché non viene contemplata per il tipo di aiuto richiesto. C’è da sottolineare positivamente il fatto che il servizio telefonico offerto da Amazon è sempre gratuito e, anche se la chiamata proviene dall’estero, l’operatore parlerà sempre nella lingua utile, nel nostro caso in italiano.

Contattare il rivenditore tramite App

Prenotare una chiamata o ricevere Assistenza da Amazon utilizzando la App omonima è ancora più semplice: una volta effettuato l’accesso sarà sufficiente cliccare su quel simbolo grafico composto da 3 lineette orizzontali, per accedere alle funzionalità: cliccare su “Servizio Clienti”, poi su “Come possiamo aiutarti”, selezionare il tipo di problema e poi fare clic su “Ho bisogno di ulteriore aiuto”; verrà chiesto, anche in questo caso, se si desidera ricevere una telefonata, che avverrà nel giro di pochi minuti e in lingua italiana.

Il Numero Verde Amazon esiste? Occhio alle truffe

Per quanto riguarda questa opzione, va precisato che il vecchio Numero Verde di Amazon messo a disposizione degli utenti per ricevere assistenza non è più utilizzabile. In rete circolano altri numeri verdi ma molto probabilmente sono falsi: attenzione alle truffe! Molti utenti infatti si sono sentiti chiedere dati di carte di credito o password, e si sono visti bloccare i loro account. Prima di comporre numeri di telefono, è sempre bene verificare nei canali ufficiali se corrispondono all’identità aziendale. In caso di dubbi è meglio lasciar perdere.

L’assistenza sui canali social

Se proprio non si riesce a risolvere con i metodi sopra indicati, si può contattare Amazon sulla pagina Facebook ufficiale. Solitamente sono molto celeri nel fornire tutto l’aiuto che serve e a dare indicazioni su come procedere per qualsiasi esigenza, dallo smarrimento del pacco alla richiesta di un rimborso, dalla recessione del piano di spedizioni gratuito Prime fino alla gestione di tutti gli altri servizi.

LEGGI ANCHE >>> Zalando, dov’è il mio pacco? Ecco come contattare l’assistenza Clienti

Come puoi disdire il servizio Amazon Prime

Se hai iniziato a usufruire del comodo servizio Prime – che offre spedizioni gratuite e velocissime oltre che i contenuti come Film e Serie Tv – probabilmente stai approfittando dei 30 giorni gratuiti offerti da Amazon. Se non desideri continuare con questo servizio però, devi comunicarlo prima che finiscano appunto i 30 giorni. Trascorso questo periodo di tempo, infatti, ti verranno addebitati i costi mensili del servizio in modo automatico. Devi accedere al tuo account oppure a questa pagina. Troverai, tra le altre cose, il pulsante “Gestisci le impostazioni di Prime”; cliccaci e poi fai clic anche su “Non continuare”.