Non solo Halloween. Il 31 ottobre cade un’altra ricorrenza da tenere d’occhio. Supermercati e discount sono pronti a cavalcare il trend del risparmio

Giornata del Risparmio
Foto: Pixabay

Trentuno ottobre uguale Halloween. La famosa festività anglosassone, diventata piuttosto popolare in Italia negli ultimi decenni, è tradizionalmente identificata come l’unica ricorrenza degna di nota al tramonto del decimo mese dell’anno. Eppure, a guardare meglio, gli appuntamenti da segnare sul calendario sono anche altri, forse meno appariscenti ma, di questi tempi, altrettanto importanti. Anche perché, come in questo caso, possono evocare spettri ben più reali di quanto non si pensi.

Il 31 ottobre, infatti, sarà la Giornata mondiale del Risparmio. Un termine che porta alla mente un trend ben radicato negli italiani ma, allo stesso tempo, anche una sensazione di timore rispetto a quelli che sono i nostri tempi. La pandemia, infatti, ha sensibilmente innalzato il livello di risparmio (già ben avviato) dei contribuenti, aumentando al contempo la paura legata a un’incertezza di fondo a livello monetario. Anzi, si potrebbe quasi dire che l’aumento della giacenza sui conti correnti sia un effetto riflesso di queste sensazioni.

Giornata mondiale del Risparmio

Ma non è solo di timori finanziari che si parla. Il risparmio, in fondo, è anche una strategia di accortezza e pianificazione, che se non declinato alla conservazione esclusiva del denaro, può diventare anche una soluzione per una programmazione di welfare a lungo termine. Inoltre, secondo Tiendeo (compagnia di servizi drive-to-store), in occasione della Giornata mondiale ecco palesarsi numerose opportunità per sfruttare l’onda del trend per regalarsi una spesa all’insegna dell’oculatezza. La compagnia, infatti, ha analizzato numerosi volantini di vari supermercati, cercando di tracciare una road map volta a far comprendere quali siano, in effetti, le migliori occasioni di risparmio per la spesa quotidiana.

LEGGI ANCHE >>> Parola d’ordine “risparmio”: le buone abitudini in casa per evitare un conto in rosso

Chiaro che le offerte siano un buon viatico. Ma non sono certo l’unico. Risparmiare, infatti, significa anche raddrizzare delle abitudini errate, prestare maggiore attenzione ad alcuni dettagli e comprendere anche le strategie di marketing adottate dai punti vendita per farci spendere di più. Se poi l’obiettivo è capire dove viaggino le offerte migliori, Tiendeo indica marchi come Coop (16,04% di promozioni), Conad (11,68%) e Carrefour (9,32%). Supermercati fra i maggiori, che mettono a disposizione offerte di vario tipo, come il 3×2. Giù dal podio altri marchi noti come Penny Market (3,47%), Famila (2,18%) e Bennet (2,06%). Fra i prodotti maggiormente soggetti a promozione, rientrano oggetti per casa e arredo (2,4%) e abbigliamento (2,5%). Chiaramente, in caso di negozi specifici (come Happy Casa), le promozioni saranno proporzionate all’offerta di prodotti. Fermo restando che supermercati e discount restano le migliori occasioni di risparmio. Non solo per il 31 ottobre.