Può accadere di smarrire le chiavi di casa oppure di subire un furto e non avere più con sé il mazzo: ecco cosa fare immediatamente per non peggiorare la situazione.

Chiavi di casa

Le chiavi di casa, così come il cellulare, il portafogli e le chiavi della macchina, sono gli oggetti più maneggiati in assoluto. Purtroppo anche quelli per cui si rischia maggiormente di vivere delle noie, in caso vengano smarriti o ancor peggio rubati. Ecco cosa fare immediatamente se ci si accorge di aver perso le chiavi di casa, o se pensiamo che qualcuno le abbia rubate.

Chiavi di casa smarrite: prima di andare nel panico prova a cercarle ovunque

Può sembrare una banalità, ma se hai perso le chiavi e sei sicuro al 100% che nessuno te le abbia sfilate dalla borsa o dalle tasche, la prima cosa da fare è ripercorrere mentalmente gli ultimi movimenti che hai fatto. Può darsi che le chiavi ti siano scivolate tra i seggiolini dell’auto. O che tu le abbia appoggiate sul bancone di un negozio dove hai fatto acquisti. O magari le hai lasciate in ufficio, oppure alla vicina di casa perché ti doveva annaffiare le piante. Viviamo le giornate sempre di corsa e molto spesso compiamo azioni in modo automatico, senza prestarci la dovuta attenzione. Rientra tutto nella normalità quindi. Se ti sei accorto di non avere più le chiavi di casa prova a fare qualche giro. Magari sarai fortunato, la commessa le avrà messe da parte aspettando che qualcuno le reclamasse, la vicina ti chiamerà per restituirle, oppure le troverai nascoste sotto al sedile dell’auto. Se fossero cadute a terra, forse qualcuno le avrà portate al più vicino comando di Polizia o all’ufficio Oggetti Smarriti. Quindi vale la pena fare un salto anche lì. L’importante è che tu abbia la certezza che qualcuno non te le abbia rubate, altrimenti le mosse da fare subito sono altre.

Se temi ti abbiano rubato le chiavi, fai immediatamente denuncia alla Polizia

In caso tu abbia anche solo un lieve sospetto di essere stato vittima di furto, è necessario fare quanto prima la denuncia ai Carabinieri o alla Polizia. Anche se sei in possesso di copie, la denuncia serve a salvaguardarti da responsabilità in caso con le chiavi fossero commessi dei reati (ad esempio l’intrusione nel condominio dove abiti). Inoltre può servire se hai un’assicurazione sulla casa, su furto e danni correlati. Se un ladro riesce a violare la tua proprietà prima che tu sporga denuncia, potresti non ricevere la copertura prevista appunto dall’assicurazione. Inoltre la conoscenza da parte delle Forze dell’Ordine di un mazzo di chiavi smarrite farà sì che tu possa essere contattato velocemente in caso qualcuno le trovi e le porti appunto alla Polizia o Carabinieri della zona.

Cerca di rientrare in casa il prima possibile

Che si tratti di smarrimento o furto, è importante rientrare quanto prima nell’abitazione, per più di una motivazione. Innanzitutto se qualcuno che ha trovato (o rubato) le chiavi di casa tentasse di introdursi abusivamente nell’edificio, saresti pronto a intervenire. Anche chiamando tempestivamente le forze dell’Ordine. Certo, bisogna avere una seconda copia, magari quella del partner o di un vicino di casa che la custodisce. O ancora quella nascosta sotto al “classico” vaso di fiori, ma l’importante è entrare in casa o nella proprietà prima che possa farlo qualcun altro. C’è il rischo anche di occupazione abusiva di un appartamento da parte di malintenzionati che potrebbero persino prenderci la residenza.  Già è molto difficile iniziare le pratiche per rientrarne in possesso, figuriamoci se chi ha avuto accesso possedeva regolarmente le chiavi! E se non si possiede la seconda copia? È necessario agire subito: ecco cosa fare.

Non puoi rientrare in casa? Chiama i Vigili del Fuoco o un fabbro

L’unico modo per poter accedere alla propria abitazione senza chiavi è chiamare un professionista del “pronto intervento”, che provvederà a “scassinare legalmente” la serratura per permettervi di rientrare in casa vostra. Anche qui è chiaro che il verbale della denuncia fatta alle Forze dell’Ordine vi permetterà di poter chiedere questo tipo di servizio. Purtroppo ci sarà un conto salato da pagare: siccome si tratta di un’emergenza vera e propria, le ditte che si occupano di queste cose possono richiedere anche fino a 500€. Ma d’altronde, per il bene più prezioso e per tutto quello che c’è all’interno, il sacrificio è accettabile. Un’alternativa per non sborsare una fortuna c’è, e si tratta dei Vigili del Fuoco: il loro intervento è gratuito, ma purtroppo vi si può avere accesso solo in caso di reale pericolo, come ad esempio la presenza all’interno della casa di un bambino piccolo, di un anziano/disabile, o se si dimostra di aver lasciato acceso il gas/caminetto, fattore che potrebbe mettere a rischio la vita delle persone. Se avete semplicemente perso le chiavi, ahimé, tocca sborsare dei soldi.

LEGGI ANCHE >>> Hai perso il portafoglio? Cosa fare subito prima che sia troppo tardi 

Per la tua sicurezza cambia la serratura

Una volta che sono state eseguite tutte le procedure più immediate, come la ricerca, la denuncia e il rientro a casa, è necessario prendersi due minuti di riflessione e pensare seriamente di chiamare un tecnico per cambiare la serratura. Che la chiave sia smarrita o rubata, non si può rischiare la violazione della propria abitazione e tutti i danni conseguenti. Cambiare la serratura, e quindi il cilindro che sta alla base del tipo di chiusura della porta di casa, ha ovviamente un costo, che dipende dal tipo di serramento che si possiede. Per una chiusura con chiave “classica” possono volerci poche decine di Euro, ma in caso di presenza di serratura blindata si possono arrivare a spenderne anche centinaia. Purtroppo si tratta di un passaggio obbligatorio, se si desidera dormire sonni tranquilli.