Carrozze in stile vittoriano, eleganza, lusso e raffinatezza. Tutto in un unico treno. Ma quanto costa salire a bordo dell’Orient Express? Tutte le cifre.

Orient Express
Foto © GettyImages

Con Aghata Christie divenne teatro di un omicidio. E i suoi eleganti ambienti, fra stoffe preziose, moquette e bicchieri di cristallo, uno sfondo opulento di bugie e colpi di scena. Ma la straordinaria opera della scrittrice britannica ha solo contribuito a consolidare una leggenda. L’Orient Express la sua brava storia l’aveva già vissuta, già a partire dall’ultimo ventennio dell’Ottocento. Un servizio a tutti gli effetti, un collegamento per passeggeri che dalla Francia scarrozzava fino in Romania, con tanto di trasporto navale sul Danubio fino in Bulgaria. Un vero e proprio gioiello che vedrà la sua sublimazione solo negli Anni Trenta del Novecento.

Da una lineare tratta fino a Costantinopoli, l’apertura della galleria del Sempione permise di portare l’Orient Express anche in Italia, mentre il servizio passeggeri diventava man mano un lusso dell’alta società. Scomparso alla fine degli anni Settanta nel suo viaggio peculiare attraverso i Paesi del Danubio, l’avvento della Belmond Management Limited lo ha rimesso su rotaia, riallungando il percorso e trasformandolo in una sorta di cavalcata nella leggenda. Ben 17 carrozze, tutte diverse ma contraddistinte dal comune denominatore dello stile vittoriano, sia negli arredi che nell’atmosfera. Un sogno per molti, se non altro per assaporare quel gusto retrò che oggi contraddistingue il convoglio.

Viaggio sull’Orient Express: quanto costa un biglietto

I servizi dell’Orient Express sono proporzionati alla sua classe. Di fatto, è come se si effettuasse una crociera di lusso su rotaia, tra carrozze e addobbi impregnati del fascino che ha caratterizzato il tramonto del Lungo Ottocento. Basti pensare che le cabine più “in” adibite a un viaggio notturno si presentano come vere e proprie suite di lusso. Alcune di esse addirittura collegate fra loro. Non che le altre siano da meno: letti a castello ma medesimi comfort, compreso un finestrino dal quale osservare il variopinto paesaggio circostante, attraversato a una velocità tale da renderlo godibile in ogni suo aspetto.

LEGGI ANCHE >>> Trenitalia e Italo Treno: super offerte in arrivo da non farsi scappare

Sì, perché per l’Orient Express non conta la rapidità dell’arrivo ma la qualità del viaggio. Immergersi in una rilassante atmosfera, circondati da un ambiente in grado di stimolare le immaginazioni più fervide, è la vera finalità del viaggio. Chiaro che il lusso, vuoi o non vuoi, alla fine si paga. Un’idea può darla il prezzo della tratta più economica: un biglietto sulla diurna Parigi-Londra costa 800 euro, mentre la Venezia-Parigi con pernottamento e vitto richiederà 2.500 euro a notte (a persona). Naturalmente i prezzi salgono man mano che il tratto si allunga: 3.500 euro sulla Venezia-Vienna-Londra, mentre la Venezia-Budapest-Londra ne richiederà 4 mila. Cifre che iniziano ad andare fuori budget se il viaggio scelto è l’Istanbul-Bucarest-Budapest-Venezia: ovvero 8.600 euro. E sì… gli extra sono esclusi. Certo, di sicuro ne varrebbe la pena.