E’ prossima la scadenza per il versamento del Super Cashback, ben 1.500 euro destinati a 100 mila cittadini. Quando arriveranno i soldi?

Super Cashback
Pixabay

Il 2021 sta per finire e con l’anno nuovo si attende un nuovo avvio del Cashback, salvo rinvii o sospensioni. Nel frattempo c’è grande attesa per l’arrivo dei 1.500 euro del Super Cashback destinato a 100 mila cittadini che hanno rispettato le condizioni per vincere l’ambito premio. La scadenza del versamento è stata fissata dal Governo alla fine del mese di novembre. Nessuna data precisa, dunque, ma solo attesa di novità.

Super Cashback, cresce l’attesa tra i vincitori

Il Super Cashback è un premio del valore di 1.500 euro che riceveranno i primi 100 mila cittadini che hanno effettuato il maggior numero di transizioni con pagamenti tracciabili nell’arco di sei mesi. L’iniziativa si è conclusa lo scorso 1° luglio andando incontro ad una sospensione fino al 1° gennaio 2022. Il periodo di riferimento, dunque, è quello compreso tra gennaio e giugno 2021. Chi avrà superato notevolmente le 50 transazioni – l’importo non conta – e raggiunto le prime 100 mila posizioni potrà ottenere i 1.500 euro. Ma quando arriveranno questi soldi?

Fine novembre si avvicina, non si sa la data precisa ma tra circa un mese, se non prima, tutti i vincitori dovrebbero ricevere l’erogazione della somma spettante. E’ ipotesi plausibile che i primi pagamenti partiranno già dalle prossime due settimane rispettando forse una cronologia temporale legata ai risultati raggiunti, forse la classifica del numero di transizioni effettuate. Il limite minimo di transizioni indispensabili per rientrare nei 100 mila vincitori è stato di 787. 

Leggi anche >>> Cashback, verso il 2022: tutte le novità per il grande ritorno

Come verificare l’erogazione del denaro

La conferma dell’erogazione del denaro potrà essere verificata attraverso l’app IO oppure tramite le applicazioni convenzionate con l’iniziativa. La somma verrà erogata sul conto corrente indicato in fase di registrazione all’App Io ma la verifica del pagamento potrà essere visualizzata anche da device. L’app è servita anche per conoscere il posizionamento in classifica e per presentare eventuali ricorsi qualora alcune transizioni effettuate non risultassero tra i movimenti conteggiati per l’assegnazione del premio. Ad oggi non si hanno novità sui ricordi presentati così come non si conoscono le penalizzazioni che subiranno coloro che avevano tentato di imbrogliare effettuando micro transizioni dal valore di 1 euro o inferiore.