Ottime notizie in arrivo per molti pensionati che, in possesso di determinati requisiti, potranno beneficiare di ben 655 euro in più con il cedolino di dicembre.

pensione dicembre
Foto © AdobeStock

La pensione si rivela essere, indubbiamente, un traguardo importante della propria vita. Dopo aver trascorso buona parte della propria esistenza all’insegna del lavoro, infatti, finalmente è possibile staccare la spina e dedicarsi alle proprie passioni, in compagnia delle persone care.

Proprio a proposito del trattamento pensionistico interesserà sapere che a dicembre molti pensionati potranno beneficiare di un cedolino più ricco del solito, purché in possesso di determinati requisiti. Ma chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme!

Pensione, c’è chi avrà fino a 655 euro in più a dicembre grazie alla quattordicesima: cosa c’è da sapere

Entro la fine del 2021 il governo a guida Draghi dovrebbe portare a termine la riforma delle pensioni, con molti che sono in attesa di scoprire quali novità verranno introdotte in tal senso. Intanto interesserà sapere che a dicembre molti pensionati, purché in possesso di determinati requisiti, potranno beneficiare di un cedolino più ricco del solito. Questo grazie alla quattordicesima. Ma come è possibile?

Come  noto, ogni anno l’Inps provvede ad erogare una somma aggiuntiva ai pensionati che abbiano compiuto 64 anni di età. Questo trattamento si chiama appunto quattordicesima e ne hanno diritto i titolari di un trattamento previdenziale che rispettino un determinato limite di reddito complessivo, ovvero:

  • reddito complessivo non superiore ai 10.053,81 euro;
  • reddito complessivo personale annuo tra 10.053,81 euro e 13.405,08 euro lordi.

Chi non rispetta tali requisiti, quindi, non ha diritto alla quattordicesima. In alcuni casi, invece, si può trattare semplicemente di un rinvio. La quattordicesima, ricordiamo, viene erogata a luglio solamente a chi matura i requisiti necessari entro il 31 luglio. Chi perfeziona il requisito anagrafico a partire dal 1° agosto entro la fine dell’anno, invece, riceve il pagamento della quattordicesima con la mensilità di dicembre, a patto di rispettare i limiti reddituali prima citati.

Proprio coloro che compiono 64 anni dal 1° agosto, quindi, potranno beneficiare di un cedolino di dicembre più ricco grazie alla quattordicesima, per un importo che può raggiungere fino a 655 euro in più sulla pensione. Come è facile intuire, infatti, tale importo non è fisso, ma varia in base al reddito annuo del pensionato, in relazione agli anni di contributi. In particolare  l’importo è più elevato per chi presenta un reddito fino a 1,5 volte il trattamento minimo. È, invece, più basso in presenza di un reddito che sia fino a 2 volte il trattamento minimo. Quest’ultimo, per il 2021, è pari a 515,58 euro al mese.

Pensione, occhio alla quattordicesima: ecco gli importi

Entrando nei dettagli, inoltre, ricordiamo che chi non supera 1,5 volte il trattamento minimo può beneficiare della quattordicesima piena. L’importo di tale trattamento è quindi pari a:

  • 437 euro in presenza di un ex lavoratore dipendente fino a 15 anni di contributi. Fino a 18 anni, invece, se lavoratore autonomo;
  • 546 euro, se ex dipendente con oltre 15 anni e fino a 25 anni di contributi. In caso di ex lavoratore autonomo, invece, sono richiesti da oltre 18 anni di contributi fino a 28 anni;
  • 655 euro, oltre 25 anni di contributi se ex lavoratore dipendente e oltre 28 anni se  autonomo.

LEGGI ANCHE >>> Green pass obbligatorio sul lavoro, occhio alle conseguenze sulla pensione: scenario da incubo

Chi percepisce un assegno fino a due volte il trattamento minimo, invece, percepirà:

  • 336 euro se ex dipendenti con almeno 15 anni di contributi o ex lavoratori autonomi con almeno 18 anni di contributi;
  • 420 euro se ex dipendenti dai 15 anni ai 25 anni di contributi o ex autonomi dai 18 ai 28 anni di contributi;
  • 504 euro se ex dipendenti con oltre 25 anni di contributi o ex autonomi con oltre 28 anni di contributi versati.