Ottobre, mese di rincari su tutti i fronti. Anche Netflix non è da meno. Ritocco nei costi delle tariffe Premium e Standard.

Netflix prezzi
Foto: Pixabay

Niente è gratis, nemmeno i nostri passatempo preferiti. Netflix rientra a pieno titolo fra i servizi in assoluto più apprezzati dagli utenti, con le sue serie tv, i suoi film e il suo servizio streaming a tutto tondo che lo ha reso un’eccellenza del settore. Basti pensare che nel 2020 ha toccato 180 milioni di abbonati in tutto il mondo. Non c’è da stupirsi: la piattaforma mette a disposizione dei prodotti che, in passato, sarebbero stati disponibili in tv solo in diversi giorni o che non sarebbero stati disponibili affatto. Ecco perché, pur di beneficiare di un servizio come quello di Netflix, si procede senza problemi a pagare l’abbonamento.

Il punto è che, una tantum, ci si trova di fronte inevitabilmente a un incremento dei costi. Anche in questo caso, ammortizzati dalla consapevolezza di usufruire di un prodotto estremamente vasto nella sua offerta. Semplicemente creando un account, infatti, ci si potrà letteralmente immergere nel mondo dello streaming, fruendo di contenuti esclusivi e di ottima qualità, firmati dai registi di tutto il mondo. In alcuni casi, ci si potrebbe trovare di fronte a veri e propri fenomeni di massa, come Squid Game, capace di fruttare a Netflix un rientro economico vertiginoso.

Netflix, si alzano le tariffe: il nuovo (possibile) quadro dei pagamenti

Tre i modi per accedere al servizio. E su due di questi, si è parlato insistentemente dell’aumento dei prezzi. Un piano tariffario che, a partire dal 2 ottobre, gonfia il contributo richiesto per i piani Standard e Premium, ovvero le due tariffe più gettonate. Soldi aggiuntivi che, nonostante il periodo di rincari, spenderemo lo stesso perché difficilmente sapremmo rinunciare a una serata in compagnia della nostra serie preferita. Non si tratta di un aumento esorbitante ma, visto che i cavalli si vedono all’arrivo, è chiaro che a fine anno i conti saranno diversi. Il piano Standard, ad esempio, passa da 11.99 euro agli attuali 12.99.

LEGGI ANCHE >>> Netflix perderà il primato nello streaming on demand: ecco gli studi sorprendenti

Per quanto riguarda il piano Premium, l’asticella si alza ancora: da 15.99 a 17.99 euro. Chiaramente, si tratta delle due tariffe più propositive in termini di offerta, considerando che consentirebbero l’accesso anche da più account. Se invece si vorrà contenere i costi, si potrà sempre accedere al piano Base, che resterà a 7.99 euro al mese. Attenzione all’informativa: i nuovi abbonati a ottobre partiranno direttamente con queste tariffe, mentre chi è già dentro dovrebbe aver ricevuto una notifica con un preavviso di trenta giorni.