Ecco cosa fare se hai perso le chiavi della macchina o se te le hanno rubate: i passaggi obbligatori.

Chiavi della macchina

Le chiavi dell’auto, il cellulare, il portafogli, sono tutti oggetti che maneggiamo continuamente durante il giorno, e quindi tra i più facili da smarrire. Cosa fare se hai perso le chiavi dell’auto, o se ancora peggio dovessero avertele rubate? Devi assolutamente trovare il Key-Code, altrimenti rischi di spendere una cifra da capogiro. Ecco come risolvere il problema in poche mosse.

Non trovi le chiavi della macchina? Denuncia immediatamente tutto alle Autorità

Solitamente quando si acquista o si entra in possesso di un’automobile, sono 2 le chiavi che vengono consegnate insieme al veicolo. La chiave “di emergenza” è inoltre dotata di un’apposita targhetta con un codice alfanumerico. Va custodita gelosamente perché, come vedremo tra poco, senza quel codice si rischiano guai seri, e spese folli per ottenere un duplicato. Se si perdono le chiavi dell’auto, o magari vengono rubate, può venire istintivo pensare che in fondo si hanno quelle di emergenza. E che quindi non c’è niente da fare a parte enunciare qualche imprecazione. In realtà, non appena ci si accorge di aver perso le chiavi bisogna fare subito, denuncia ai Carabinieri o Polizia, per diversi motivi.

Prima di tutto perché se un malintenzionato possiede le chiavi di un’auto ha anche i mezzi per risalire a targa e proprietario. Molto probabilmente userà queste informazioni per rubarla. Qui attenzione perché anche se si è assicurati contro il furto, le compagnie non risarciscono in caso di comportamento poco diligente dell’automobilista. Ergo, se vi fate rubare le chiavi e non dimostrate che l’auto è stata rubata “con scasso”, niente risarcimento danni. Non solo, se con quell’auto vengono commessi dei reati, si verrà considerati “complici”, almeno fino a prova contraria. In quel caso si rischia di passare davvero delle brutte giornate. Ecco perché subito dopo aver sporto denuncia, è necessario inviare copia del verbale alla propria assicurazione. E così potete scongiurare beghe e problemi.

Ancora meglio se si è stipulata una polizza che prevede la copertura delle spese per la duplicazione delle chiavi. L’assicurazione permette di risparmiare fior di quattrini. Sì, perché far rifare una chiave dell’auto, a seconda del modello della stessa e soprattutto se si tratta di una di quelle chiavi moderne con chip, può costare davvero caro!

Si può cambiare la serratura di un’automobile?

Dopo aver smarrito le chiavi dell’auto, può sorgere spontanea una domanda: posso sostituire tutto il cilindro e acquistare delle nuove chiavi, come si fa con quelle della porta di casa? La risposta non è proprio così semplice. Oltre al costo di questa operazione, che può rivelarsi davvero oneroso, ci sono tutta una serie di variabili che non sussistono per quanto riguarda i serramenti domestici. È noto che ormai quasi tutte le automobili si aprono sì con la chiave, ma tramite un comando elettronico, e non è infrequente che la stessa chiave serva anche per l’accensione del motore. Sostituire i cilindri e tutto il sistema di accensione si può rivelare complicato, costoso, e soprattutto poco efficiente. La rimodulazione dei codici può portare a “conflitti” elettronici che rischiano di compromettere seriamente le funzioni dell’auto stessa. Anche avendo a disposizione un buon budget, dunque, sostituire tutto il meccanismo non è un’ottima idea.

Come aprire l’auto in caso di emergenza anche senza chiavi

E se ho smarrito le chiavi… all’interno della macchina? Ecco, anche questa situazione non è infrequente, e accorgersi di aver lasciato le chiavi sul sedile posteriore o nel bagagliaio può davvero rovinare la giornata. Se non si riesce a trovare subito la chiave di emergenza, è necessario attendere per forza di aver fatto fare la copia, e i tempi possono essere davvero lunghi. Aprire l’auto senza danneggiarla o rompere i cristalli – a meno che non siate ladri professionisti – è praticamente impossibile. O quasi. Chi ha un’auto datata molto probabilmente non ha la chiave col microchip e può ancora contare su un buon vecchio meccanismo a scatto: in sostanza, il perno che si trova all’interno dello sportello. Se il perno sporge almeno di 1 centimetro, si può forzarlo utilizzando la “tecnica dello spago”: anche cercando semplicemente qualche video tutorial su Youtube si può imparare ad aprire lo sportello in pochi minuti, ma ovviamente si tratta di una tecnica da usare solo in caso di emergenza! Per i possessori di auto senza perno e con l’apertura elettronica, purtroppo, non c’è altro da fare che rompere il vetro o, meglio, attendere la realizzazione delle nuove chiavi.

Quanto costa fare il duplicato di una chiave elettronica della propria auto

Il passaggio obbligato, dunque, per chi ha un’auto ad apertura elettronica, è quello di cercare la chiave di emergenza e soprattutto la targhetta che è stata consegnata insieme alla stessa. Con quel prezioso codice è necessario andare al concessionario dove si è acquistato l’auto (o alla Casa Madre in caso di un veicolo usato) e consegnare il Code. Il produttore di quel tipo di auto ha sempre delle chiavi vergini in cui potrà inserire il codice e riprogrammarle. Certo non sarà una spesa da poco, anche in caso di auto utilitaria: possono infatti volerci anche 200€ per avere una nuova chiave, e ovviamente più il modello di veicolo sale di livello e maggiore sarà il costo per fare il duplicato.

LEGGI ANCHE >> Hai perso il portafoglio? Cosa fare subito prima che sia troppo tardi

Si possono riprodurre le chiavi della macchina senza codice?

E se non ho la seconda chiave? Può succedere anche questo. In tal caso non è necessario farsi prendere dal panico perché fortunatamente il problema si può risolvere, anche se costerà un po’ di più. Dopo aver fatto i passaggi preliminari (la denuncia ai Carabinieri, Assicurazione eccetera) bisogna trovare un centro specializzato che si occupa di questo tipo di lavoro, e non è molto semplice. La duplicazione delle chiavi elettroniche infatti non è alla portata di tutti, men che meno del classico fabbro. La soluzione migliore è sempre quella di rivolgersi alla Casa Madre del veicolo, e fornirgli il numero di telaio dell’auto: gli esperti potranno così risalire al Code originale e ricreare le chiavi. Si va incontro a spese abbastanza cospicue e che, in base al modello dell’auto e delle funzioni inserite nelle chiavi, possono salire anche a 500€. Vale la pena, dunque, prevenire questo tipo di spesa, conservando accuratamente non solo la seconda chiave ma anche il codice stesso: è sufficiente fargli una foto, o trascrivere il codice in un’agenda o in un file del computer, così da evitare perdite di tempo – e soldi – in caso di smarrimento o furto delle c