Una frequenza eccessiva potrebbe fare più male che bene. Ma attenzione anche a temperature e prodotti: fare la doccia è un’operazione complessa.

Doccia risparmio
Foto © AdobeStock

L’igiene è senza dubbio importante ma è sempre bene ricordare che esistono delle regole che, più che altro, sono dei ragionamenti di semplice buonsenso. Ad esempio, un pensare comune vuole la doccia come un mezzo principe per curare la propria persona. Vero, ma secondo gli esperti non bisogna eccedere con la pulizia personale, né con quella domestica. Lavarsi troppo di rado è sbagliatissimo ma, a quanto pare, farlo con troppa frequenza diventerebbe un’esagerazione che, alla lunga, potrebbe portare più problemi che benefici.

Secondo la scienza, fare la doccia è un’abitudine che deve essere in qualche modo regolamentata. Ad esempio, non molti sanno che aprire i rubinetti e rigenerarsi con l’acqua calda è qualcosa da fare solo a determinati orari. Questo perché, spiegano gli esperti, la pelle non è solo un “involucro”, ma un tessuto estremamente complesso che tiene il nostro organismo al riparo da agenti come germi, batteri e anche virus. E anche nel momento in cui è ben pulita, non è esente dall’ospitare una determinata flora batterica. Il microbiota dell’essere umano.

Doccia non troppo spesso: gli intervalli dati dagli scienziati

Quando si fa la doccia, l’obiettivo è rimuovere le impurità e ripulire la nostra pelle dai batteri. Tuttavia, il microbiota dell’uomo rappresenta una protezione, una flora batterica del tutto innocua che agisce come una sorta di barriera proprio contro quella transitoria, che invece costituisce un rischio. L’atto del lavarsi, quindi, deve tenere conto di questo fattore, di fatto un equilibratore per il nostro organismo, garantendo una protezione esterna fondamentale. Ecco perché fare la doccia è un atto che deve essere in qualche modo regolamentato, così da non intaccare la flora batterica positiva.

LEGGI ANCHE >>> Bonus doccia e rubinetti, importanti novità in arrivo: cosa c’è da sapere

In sostanza, meglio non fare errori. Secondo gli scienziati, la maggior parte di noi sbaglia la frequenza con la quale si fa la doccia, sia in una direzione che nell’altra. Ad esempio, si sconsiglia di utilizzare troppo spesso sapone per lavare le mani e il corpo, così come fare troppo ricorso ai disinfettanti. Procedere troppo spesso in questo modo, infatti, andrebbe a intaccare proprio il microbiota positivo del corpo umano. Farsi una doccia al giorno, quindi, viene sconsigliato. Se proprio ce n’è bisogno, meglio restare sotto l’acqua per non più di 5 minuti, così da non seccare la nostra pelle. Occhio anche alle temperature: l’acqua troppo calda fa più male che bene.