Alitosi, gengivite… Dalla cura dell’igiene orale, secondo l’esperto, passa anche il benessere complessivo del nostro organismo.

Denti Alzheimer
Foto © AdobeStock

L’attenzione ai dettagli vale in ogni circostanza, specialmente nella cura di sé stessi. Spesso, per fretta o per distrazione, si sviluppa la tendenza a trascurarne alcuni aspetti, senza sapere (o senza rendersene conto) di quanto in realtà tale atteggiamento possa compromettere ben più di quanto si pensi. Non prestare la giusta cura all’igiene orale, ad esempio, potrebbe provocare conseguenze decisamente estreme, ben più gravi della semplice alitosi o di altre particolarmente fastidiose come la gengivite. Questo, almeno, secondo quanto evidenziato da Giulio Rasperini, paradontologo dell’Università Statale di Milano.

La questione posta dal ricercatore è piuttosto seria. I batteri del cavo orale, infatti, potrebbero penetrare all’interno dell’organismo proprio attraverso l’infiammazione gengivale, creando i presupposti per problematiche decisamente più gravi. Si va dai problemi cardiovascolari, ad esempio, fino al diabete. Nei casi più seri, la cattiva igiene orale potrebbe fornire una spinta decisamente inaspettata anche a patologie come il morbo di Alzheimer. Un collegamento estremo ma che, secondo il paradontologo, potrebbe verificarsi a determinate condizioni.

Igiene orale, fondamentale contro l’Alzheimer: ecco perché

Gli italiani, tendenzialmente, sono ben abituati in fatto di igiene orale. La nostra media, infatti, è di circa tre passate di dentifricio al giorno, quelle che i dentisti ritengono indispensabili. Più difficile, invece, trovare qualcuno che lo faccia in modo corretto. L’uso dello spazzolino secondo i giusti crismi, infatti, è tutt’altro che scontato anche se all’apparenza potrebbe sembrare tale. Da sotto a sopra oppure applicando una sorta di effetto uncino sull’interno dei denti, di vulgata non ce n’è una sola in merito alla giusta procedura di lavaggio dei denti.

LEGGI ANCHE >>> Invalidità civile, come richiederla per aggravamento della patologia

Per questo sempre più italiani fanno ricorso allo spazzolino elettrico il quale, secondo numerosi esperti, sanifica in modo più completo l’interno della nostra bocca. La cura dei denti, in sostanza, beneficia dell’apporto della tecnologia applicata alle procedure di spazzolatura. Evitare che le gengive subiscano gli effetti deleteri della scarsa igiene orale, in sostanza, impedirebbe ai batteri di penetrare nell’organismo e porre le basi per future patologie, anche gravi. Dalla cura dei denti, in pratica, potrebbe passare il benessere di tutto il resto del corpo. L’appuntamento dal dentista diventa quindi molto di più che un semplice controllo o una mera pulizia dei denti. Il consiglio dell’esperto potrebbe metterci al riparo da bruttissime sorprese.