L’aggravamento della condizione patologica può portare a un ravvedimento delle condizioni di pensione di invalidità. Ecco come fare domanda.

Invalidità
Foto © AdobeStock

Soffrire di patologie invalidanti, tali da impedire o notevolmente influenzare la propria attività lavorativa, consente al lavoratore perlomeno di beneficiare di un’indennità ad hoc. Certo, una situazione del genere non garantirà altro che una compensazione, non certo un alleviamento delle sofferenze. Anche perché, in alcuni casi, le patologie che consentono l’accesso all’indennità di invalidità possono subire un peggioramento che, di conseguenza, incrementa la percentuale di inabilità. Questo, spesso, accade con l’avanzare dell’età o, semplicemente, perché si tratta di patologie che portano a un logoramento progressivo.

In questo caso, il contribuente che è affetto da tali malattie può richiedere una visita medica che attesti la compromissione ulteriore del suo stato di salute a livello psicofisico. Una ragione valida per richiedere anche ex novo l’indennità di invalidità che, chiaramente, garantirebbe al contribuente il beneficio del rateo pensionistico. Sarà naturalmente necessario presentare specifica documentazione che attesti l’avvenuto peggioramento della patologia di cui si soffre.

Invalidità civile per peggioramento patologico: come si richiede

Per effettuare la richiesta, a seguito della visita che attesti il peggioramento, bisognerà inoltrare domanda all’Inps unicamente per via telematica. Altrimenti, si potrà usufruire di un servizio di Caf o di Patronato. Per chi dovesse scegliere la via telematica, la compilazione della domanda avverrà direttamente sul portale ufficiale dell’Inps sul quale, oltre ai dati anagrafici e al codice fiscale, dovrà essere indicato se si tratta del primo riconoscimento dell’invalidità o di un aggravamento. Nel secondo caso, il sistema informativo rilascerà una ricevuta comprensiva dei dati riguardanti la visita di accertamento alla quale dovrà sottoporsi il richiedente.

LEGGI ANCHE >>> Pensione di invalidità, pronti 1.173 euro al mese: ecco i destinatari

Sarà la Commissione a effettuare la visita medica, come regolamentato dal dettato legislativo 78/2009, in merito al Contrasto alle frodi in materia di invalidità civile”. Lo stesso Inps specifica le modalità di accertamento a carico del richiedente, che funzionerà allo stesso modo anche per coloro che inoltreranno richiesta di nuova visita medica per l’aggravamento della propria patologia che ha dato luogo alla pensione di invalidità. L’esito della domanda arriverà dopo la stesura del verbale da parte della Commissione medica.