Chi deciderà di effettuare il saldo online tramite il portale Aci, avrà tassativamente bisogno dell’identità digitale. Per tutti gli altri, il Bollo auto resta “tradizionale”.

Bollo auto Spid
Foto © AdobeStock

Di questi tempi è quasi un convitato di pietra il Bollo auto. Se ne è parlato in ottica cancellazione, per poi scoprire che di tutto si trattava tranne che di questo. E’ finito nel meccanismo dei bonus, e alcune Regioni hanno adottato dei provvedimenti per dilazionare i pagamenti o per usufruire di qualche altra agevolazione. La cancellazione di debiti pregressi (2000-2010) aveva riguardato anche questa tassa e, ora, anche il Superbollo entra nell’ottica di una soppressione. Tuttavia, anche nel caso in cui il Governo proseguisse su questa strada, l’eventuale beneficio riguarderebbe una porzione esigua di contribuenti.

Tutti gli altri dovranno continuare a fare i conti con il Bollo auto e con i suoi importi. I mezzi saranno gli stessi: bollettino in una ricevitoria o presso sportelli bancari e postali, o saldo presso una sede Aci. Per alcuni contribuenti, invece, sarà necessario utilizzare il Sistema di identità digitale, ovvero lo Spid. Quel che avviene anche per altri sistemi della pubblica amministrazione ma, in questi casi, per lo Spid scatterà addirittura la condizione dell’obbligatorietà. Accanto all’identità digitale, largo anche ad altri sistemi come la Carta d’identità elettronica (Cie) e la Carta nazionale dei servizi (CnS).

Bollo auto, per chi è necessario lo Spid e perché

Lo Spid consente l’accesso a tutti i sistemi online della Pubblica amministrazione. Uno strumento pensato per accelerare le pratiche relative alla propria posizione fiscale o pensionistica, ma anche per ottenere documentazione e accedere a servizi che, normalmente, richiederebbero una presenza fisica. Per quanto riguarda il Bollo auto, lo Spid diventa necessario (così come le altre due chiavi di accesso, indifferentemente) solo in un caso specifico. Ossia, nel momento in cui il contribuente deciderà di effettuare il pagamento online.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto, le incognite dell’esenzione con 104: come funziona con la riparazione

Optare per questa soluzione non è inusuale. Tuttavia, trattandosi di fatto di una tassa a tutti gli effetti, il Bollo auto richiederà un sistema preventivo di identificazione che, in casi simili, può essere fornito solo dallo Spid o da strumenti simili. Il portale dell’Aci, infatti, richiederà un accesso tramite credenziali, le quali dovranno essere fornite tramite la propria identità digitale. Dopodiché, il contribuente potrà effettuare il pagamento senza problemi, attraverso la sua carta di credito. Questo vale, naturalmente, per coloro che decideranno di usare questo sistema. Per tutti gli altri, resteranno i metodi tradizionali. I quali non avranno bisogno di identità digitali.