Brutte notizie in arrivo per molti automobilisti che rischiano a breve di dover fare i conti con una vera e propria stangata. Ecco cosa sta succedendo.

assicurazione auto stangata
Foto © AdobeStock

Complice l’impatto del Covid, nel corso dell’ultimo anno e mezzo abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini, per via delle varie restrizioni volte a limitarne la diffusione. Se tutto questo non bastasse, in molti hanno dovuto fare i conti con un calo del lavoro, che porta inevitabilmente a registrare delle minori entrate. Far fronte alle varie spese, pertanto, risulta sempre più complicato.

Varie, in effetti, sono le voci che vanno ad incidere sul bilancio famigliare, tra cui quelle per l’auto. Proprio in tale ambito è bene sapere che sono molti gli automobilisti che rischiano a breve di dover fare i conti con una vera e propria stangata. Ma per quale motivo? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Assicurazione auto, stangata in arrivo: attesi rincari del 10% nel 2022

Brutte notizie in arrivo per molti automobilisti che rischiano di dover fare i conti con una vera e propria stangata. A tal proposito, in base a quanto si evince da un report Facile.it, il 2022 potrebbe essere caratterizzata da un netto aumento delle polizze assicurative.  Una notizia che non passa inosservata, soprattutto considerando che, a causa del Covid e relativo lockdown, si è registrato un crollo dei tassi d’incidentalità lungo le strade italiane.

Una diminuzione dei sinistri che ha registrato la decrescita nella liquidazione dei danni, consentendo alle varie compagnie di consolidare le proprie situazioni finanziarie. Nonostante ciò, il prossimo anno potrebbe essere all’insegna dei rincari, fino al 10%. Entrando nei dettagli è previsto un aumento medio di 40 euro a polizza. Ma per quale  motivo? Ebbene, sempre in base allo studio condotto dagli analisti di Facile.it, i sinistri stradali sarebbero tornati a salire. Ma non solo, i possibili aumenti potrebbero essere influenzati anche dall’aumento esponenziale del traffico.

LEGGI ANCHE >>> Benzina: prezzi in preoccupante aumento, ma evitare la batosta è possibile

A tal proposito Diego Palano, general manager di Facile.it, così come si evince da IlGiornale.it, ha spiegato: “La correlazione tra frequenza sinistri e tariffe Rc Auto è storicamente alta ma, normalmente, può essere necessario diverso tempo, anche fino a 9 mesi, prima che le tariffe si adattino alla sinistrosità. Dato che gli incidenti stradali sono tornati a crescere nella prima parte dell’anno e potrebbero salire ulteriormente nei prossimi mesi, ci aspettiamo un incremento del costo delle polizze entro il primo trimestre del 2022“. Al momento, comunque, è bene sottolineare, si tratta solo di stime. Non resta quindi che attendere e vedere come si evolverà la situazione.