I prestiti con garanzia dello Stato sono un’occasione per le imprese, i commercianti e gli artigiani per ottenere liquidità. Occorre affrettarsi dato che la scadenza è prossima. 

prestiti garanzia Stato importo
Adobe Stock

Piccole e medie imprese, artigiani, commercianti, professionisti possono approfittare dei prestiti con garanzia dello Stato che consentono di ottenere fino al 90% di copertura della garanzia. La richiesta potrà essere inoltrata online e passeranno solo pochi giorni prima di ottenere la risposta. Vediamo nei dettagli come funziona la procedura per non rischiare di perdere un’occasione unica. I tempi, infatti, sono ristretti dato che la possibilità di far domanda dei prestiti scadrà il 31 dicembre 2021.

I destinatari del prestito con garanzia dello Stato

Il decreto sostegni Bis ha modificato il decreto Legge Liquidità varato nell’aprile del 2020 introducendo novità sull’agevolazione. Destinatari dei prestiti sono le piccole e medie imprese, gli artigiani, i commerciati e i professionisti che desiderano ottenere liquidità per un importo massimo di 30 mila euro. L’obiettivo è sostenere economicamente tutte le aziende che a causa della pandemia riversano in condizioni di disagio. La platea è molto ampia, si parla di circa 5 milioni di aziende. Occorre, infatti, tenere conto del fatto che il 90% delle imprese italiane sono piccole e medie imprese.

I dettagli del finanziamento

I prestiti con garanzia dello Stato prevedono l’erogazione massima di 30 mila euro con copertura del 90% mentre per importi superiori la percentuale di copertura è dell’80%. La somma erogata in totale dipenderà dalla somma di due specifici parametri, il 25% del fatturato aziendale e il doppio delle spese salariali. I tempi del rimborso variano dai 10 ai 15 anni per l’importo massimo di 30 mila euro mentre per cifre più elevate il rimborso dovrà terminare in 8 anni al massimo.

Leggi anche >>> Guida al mini prestito: come ottenere velocemente un piccolo importo

Come inoltrare la richiesta dei prestiti

I dettagli della richiesta dei prestiti con garanzia dello Stato si trovano sul portale Fondo di Garanzia del Ministero dello Sviluppo Economico. Qui è possibile visionare l’elenco delle banche che hanno aderito all’iniziativa. Citiamo Mediocredito Centrale, BFFF Bank, Intesa Sanpaolo, Artigiancassa e MPS Capital Service. In alternativa è possibile rivolgersi ad intermediari finanziari che collaborano con Banca d’Italia. Credimi è una delle società leader dei finanziamenti digitali a cui inoltrare domanda di prestito. La risposta è rapida e in pochi giorni si potrà conoscere la fattibilità o meno del finanziamento.

Sarà la storia dell’impresa a fornire i dati che l’intermediario verificherà per decidere se accettare o meno la domanda di liquidità. E’ interessante sapere che non sono richieste garanzie speciali dato che si tratta di prestiti garantiti dallo Stato. Di conseguenza per importi al di sotto dei 30 mila euro è prevista l’approvazione automatica da parte del Fondo.