Attenzione! Carrefour ha di recente richiamato, in via precauzionale, un dolce per via della presenza di ossido di etilene. Ecco di quali si tratta. 

Carrefour
Foto © AdobeStock

Una corretta alimentazione si rivela essere, indubbiamente, importante per il benessere di ogni persona.  Proprio per questo motivo è facile intuire perché è sempre bene prestare la massima attenzione a tutto ciò che acquistiamo. Ogni qualvolta ci rechiamo al supermercato, in effetti, troviamo vari prodotti, disponibili in forme e dimensioni differenti, all’apparenza identici, ma che nella realtà dei fatti non sono così. Oltre al prezzo e al gusto, d’altronde, vi sono tante altri aspetti da dover prendere in considerazione, tra cui in particolar modo la qualità.

A proposito di quest’ultima, può capitare spesso di ritrovarsi a dover fare i conti con alcuni spiacevoli inconvenienti. Proprio in tale ambito, fortunatamente, giungono in nostro aiuto il Ministero della Salute e anche gli stessi supermercati che provvedono tempestivamente a segnalare eventuali contaminazioni di cibi e bevande. Ne è un chiaro esempio un recente comunicato di Carrefour, che ha reso noto il richiamo di un dolce per via della presenza di ossido di etilene. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quale si tratta.

Carrefour, allerta alimentare: richiamo crostata di ciliegia, attenti a marca e lotto

Tanti sono i prodotti ultimamente ritirati dagli scaffali. Tra questi un dolce a marchio Brusa, il cui richiamo alimentare è stato reso noto da Carrefour. Entrando nei dettagli, la notifica di richiamo riguarda due lotti di crostata alla ciliegia prodotti dall’azienda Forno Miotti, nello stabilimento di via Europa 14, a San Giorgio delle Pertiche, in provincia di Padova.

Il motivo di questa decisione è da rinvenire alla “presunta presenza di ossido di etilene all’interno di un ingrediente utilizzato nei lotti di prodotto“. Le confezioni interessate sono quelle da 500 grammi con:

  • numero di lotto 21140 e il termine minimo di conservazione al 30/11/2021;
  • lotto numero 21159 e termine minimo di conservazione fissato al 30/12/2021.

LEGGI ANCHE >>> Prosciutto cotto ritirato dagli scaffali, attenzione: grave rischio per la salute

Nel caso in cui abbiate acquistato tali alimenti, quindi, si raccomanda di riportarli al punto vendita per la relativa sostituzione. Sempre in base a quanto si evince dal comunicato reso noto da Carrefour, inoltre, ricordiamo che “analoghi prodotti con lotto differente non sono oggetto di richiamo e possono essere consumati tranquillamente“.