Cambiare decoder, quando è necessario per continuare a vedere i programmi preferiti dopo lo switch off del 20 ottobre? 

cambiare decoder switchoff
Pixabay

Il 20 ottobre è la data prevista per il cambio di digitale. Alcuni canali Rai e Mediaset non saranno più visibili se non si è in possesso di televisori in grado di ricevere l’Hd. Per ovviare a questa problematica occorrerà procedere con la rottamazione dell’apparecchio usato e l’acquisto di una nuova tv utilizzando i Bonus specifici creati per ammortizzare la spesa. Occorre considerare che la maggior parte dei televisori non più utilizzabili saranno quelli acquistati prima del 2017. Significa che si sarà costretti a dar via un apparecchio relativamente nuovo, acquistato da soli quattro anni. Volendo tenere la tv in uso è possibile procedere esclusivamente con il cambio del decoder approfittando, anche in questo caso, del Bonus corrispondente. Ma come sapere se occorrerà affrontare questa procedura?

Occorre cambiare decoder per continuare a vedere la propria Tv?

La mia televisione ha bisogno di un nuovo decoder per continuare a vedere i programmi dopo il 20 ottobre? Questa domanda attanaglia tanti italiani che hanno ancora dei dubbi sul prossimo cambiamento. Ribadiamo che se la tv è stata acquistata dopo il 2017 non dovrebbero essere problemi dato che successivamente all’anno citato è diventato obbligatorio per i rivenditori vendere esclusivamente apparecchi compatibili con il nuovo standard. Per tutti gli altri televisori occorre distinguere due categorie.

I canali HD non si sintonizzano

E’ possibile che il proprio televisore non riesca a sintonizzare i programmi in HD. Per verificarlo basterà accedere ai canali Rai 1 HD o Canale 5 HD. Se si riescono a vedere non occorrerà cambiare decoder mentre qualora non siano visibili sarà necessario acquistare un decoder DVB-T2 capace di supportare la codifica MPEG 4.

Leggi anche >>> Nuovo digitale terrestre, rivoluzione in atto: le date da segnare sul calendario

Il DVB-T2 non è supportato

Esiste la possibilità che il proprio televisore riesca a sintonizzare i canali in HD ma che non supporti il DVB-T2. Per verificare la compatibilità occorrerà effettuare un test collegandosi al canale 100 o al canale 200. Se si visionerà il cartello 720p HEVC Main 10 si potrà tranquillamente continuare ad utilizzare l’apparecchio in uso. Qualora si visualizzi una schermata nera, invece, sarà necessario cambiare decoder. La data ultima per continuare a vedere tutti i canali, però, non è il 20 ottobre ma il mese di gennaio 2023 quando ci sarà l’attivazione del nuovo digitale a livello nazionale.