Tiscali Mobile è un operatore mobile virtuale di Tiscali attivo da marzo 2009. Presenta offerte degne di nota, in un panorama di alternative quanto mai popolato e ricco di offerte differenti.

Smartphone
Smartphone

La nostra carrellata di operatori virtuali e non dell’ambito della telefonia, prosegue analizzando l’offerta di Tiscali Mobile. Ci riferiamo ad uno degli operatori virtuali presenti in Italia, che si appoggia alla rete Tim.

La storia di Tiscali è piuttosto articolata, e non è iniziata di certo ieri: a marzo 2009 il servizio entrò in campo; per poi proseguire negli anni e consolidare i propri servizi. Una caratteristica clou dell’offerta di Tiscali è proprio il fatto che si serve della rete di gestori principali per offrire maggior scelta rispetto ai big del mercato. Da rimarcare che, nel corso del tempo, il gestore ha visto una evoluzione assai significativa, soprattutto sotto il profilo delle Sim.

Ci si potrebbe però chiedere se davvero oggi, nel 2021, le offerte Tiscali mobile sono al passo con i tempi: vale davvero la pena provarle: attivarle e magari tenerle attive nel proprio smartphone? Vedremo di dare una risposta a questa domanda di seguito, focalizzandoci su peculiarità e prezzi di quanto proposto da questo operatore virtuale.

Tiscali mobile: il contesto di riferimento

Tiscali Italia S.p.A. è una società di telecomunicazioni italiana. Nacque come una piccola realtà locale, che si è poi ampliata per coprire una buona percentuale della popolazione, con i suoi servizi.

Fondata nel 1998 da Renato Soru, con sede a Cagliari, Tiscali – come si trova segnalato nel sito web ufficiale – è stata la prima azienda del settore delle telecomunicazioni a proporre, nella penisola, servizi di connessione al web gratuiti.

Infatti, a solo un anno dalla fondazione, infatti, Tiscali lanciò Tiscali Free Net, un servizio di accesso gratuito ad internet, per l’epoca una novità assoluta. Ecco allora che a fine anni ’90 tutti i provider nazionali dovettero seguire quanto messo in campo da Tiscali, proponendo a loro volta alla clientela, connessioni web a costo zero e abrogando la tassa fissa di 200.000 lire, che pesava di certo non poco sui bilanci familiari.

Questo fattore di novità spinse verso la diffusione su larga scala dell’uso del web a livello nazionale, anche se chiaramente all’epoca la diffusione di internet in Italia era piuttosto scarsa. La quotazione in Borsa arrivò in brevissimo tempo, nel 1999. Ma vero è che a  Tiscali, oltre alla diffusione della connessione web in Italia, si devono altre innovazioni, come ad esempio le telefonate via web – il servizio era denominato “Voispring” ed era fruibile scaricando un software sul proprio PC – per cui si pagava soltanto la connessione al servizio Tiscali.

Ma l’effettiva svolta per Tiscali giunse nel 2000, con le azioni in borsa in enorme salita. Il fondatore, Renato Soru, lasciò poi la guida dell’azienda nel 2004, anno in cui fu eletto Presidente della Regione Sardegna. Da quel momento, le strategie di Tiscali iniziarono o mutare. Venendo all’oggi, Tiscali si può certamente considerare tra le grandi aziende nazionali e con affari di portata internazionale. Ci si potrebbe altresì chiedere perchè è stato scelto questo nome: ebbene, il nome “Tiscali” fu scelto da Soru, per ricordare l’omonimo monte che è situato in Sardegna.

Insomma, Tiscali è stato e continua ad essere uno tra i principali operatori italiani per quanto attiene alle connessioni di rete fissa e mobile; certamente ha spinto in tutti questi anni alla diffusione di internet su tutto il territorio italiano. L’azienda, che conta ormai più di 21 anni di esperienza nel settore, ha nel corso del tempo allargato e maggiormente articolato la sua offerta: oggi, sono molti i servizi che Tiscali Italia S.p.A. offre sia a utenti privati che a possessori di partita IVA.

La pluralità dei servizi offerti da Tiscali S.p.A

Come accennato, senza ombra di dubbio, Tiscali è oggi uno dei principali fornitori di servizi telefonici e in fibra italiani, ma presenta un’ampia varietà di prodotti e servizi. Eccoli in sintesi:

  • Banda larga;
  • VOIP;
  • Telefonia mobile;
  • Portale web con notizie;
  • Posta elettronica;
  • Fibra ottica.

Oltre ad avere un indubbio rilievo in Italia, Tiscali è anche una consolidata realtà internazionale, fin dagli inizi: nei primi anni 2000 acquisì ISP in Olanda, Svizzera, Repubblica Ceca, Belgio, Olanda, Danimarca, Germania, Norvegia, Svezia, Spagna, Regno Unito, Austria e Sud Africa. Dal 2007 il gruppo si focalizza su due realtà in grande espansione: Italia e GB, e nel 2010 la società per azioni si propone con prepotenza nel mercato italiano come MVNO, proponendo servizi di rete mobile, e appoggiandosi sulla struttura di rete TIM. Non soltanto: integra l’offerta anche con la proposta in fibra ottica, aderendo nel 2010 al progetto “2010 Fibra per l’Italia”.

Come si può notare tanti sono i momenti chiave che hanno contribuito a consolidare il marchio e a rendere Tiscali mobile un’alternativa credibile fino ad oggi.

Tiscali mobile si appoggia a TIM: copertura garantita

In apertura abbiamo accennato al fatto che Tiscali mobile è un operatore virtuale che si appoggia alla rete di Tim (operatore reale): ebbene, grazie a questo aspetto, Tiscali è in grado di offrire alla sua clientela servizi tutto sommato sicuri e assistenza garantita,  ma soprattutto una presenza praticamente totale nella penisola. Inoltre, almeno sulla carta, la velocità del traffico dati è di buon/ottimo livello.

Da ricordare che Tiscali mobile ha attive decine e decine di migliaia di Sim attive, sia sotto forma di prepagata che di abbonamento. I fruitori sono privati ed aziende.

Inoltre, la procedura per sapere dove opera Tiscali Mobile è piuttosto semplice. In quanto Tiscali Mobile si appoggia alla rete Tim, per conoscere quella di Tiscali Mobile occorre logicamente individuare la copertura di TIM. Infatti, gli utenti che optano per Tiscali Mobile sfruttano la stessa rete dei clienti TIM: La mappa copertura Tiscali Mobile perciò coincide con quella TIM: per avere un’idea dell’area servita è sufficiente andare su questo sito ed immettere il nome del comune del quale si vuole conoscere la copertura.

La copertura, in base ai dati Tiscali, è disponibile in 7465 comuni italiani. Sono oltre il 98% della copertura nazionale, la più ampia d’Italia.

In ogni caso, si può pacificamente affermare che la rete TIM rappresenta comunque una garanzia certa per i clienti Tiscali mobile che potranno sfruttare con estrema facilità i servizi di telefonia mobile e internet mobile.

Tiscali mobile, connettività in 4G: a quale velocità?

Di fatto, Tiscali mobile consiste in un operatore virtuale MVNO che fa riferimento alla rete TIM. Ha la sua sede a Cagliari, la sua copertura però si estende in tutta Italia.

Insomma, deve essere ben chiaro: l’ex monopolista offre a Tiscali mobile l’accesso alla propria rete. In particolare, Tiscali mobile è un gestore ESP – in buona sostanza le Sim sono tecnicamente emesse dalla stessa TIM per conto di Tiscali – e in quanto MVNO può sfruttare la rete 2G, 3G e anche 4G di TIM – rimarchiamo che Tiscali ha introdotto l’accesso al 4G per le sue Sim ad inizio 2020.

Tiscali mobile offre connettività in 4G con velocità in download fino a 225 Mbps. Laddove il cliente oltrepassasse la soglia massima di navigazione prevista dal proprio pacchetto dati, ogni Megabyte aggiuntivo avrà un costo di 30 centesimi.

In caso di viaggi in Europa in viaggio o per lavoro: in UE il cliente può fruire di tutti i minuti e gli sms previsti dal bundle scelto. La quantità di GB a costo zero in Europa, invece, dipende dall’offerta Tiscali mobile sottoscritta come previsto da Regolamento Europeo “Roaming like at home”.

Tiscali mobile è operatore ESP MVNO: che significa?

Abbiamo appena accennato al fatto che Tiscali mobile è un operatore ESP MVNO per la telefonia mobile, ma vero è che anche fornitore di servizi a banda larga e in fibra: abbiamo innanzi un operatore che è considerato da una discreta fetta di utenti, per le sue offerte piuttosto competitive.

Ma di fatto cosa vuol dire in concreto ESP MVNO? Ebbnene, ESP MVNO consiste nell’acronimo di Enhanced Service Provider ed è, in buona sostanza, la forma di virtuale più comune ed anche più “economica”, giacchè l’operatore detiene esclusivamente le infrastrutture che forniscono i servizi a valore aggiunto ed anche quelle che sono legate alla commercializzazione dei propri prodotti.

La rete a cui accede e la creazione delle schede SIM è ambito dell’operatore di rete principale (operatore reale). Da rimarcare che un virtuale che fa parte di questa tipologia non può cambiare accordo di roaming senza sostituire le schede telefoniche già in utilizzo da parte dei clienti. Tra gli operatori ESP abbiamo nomi noti come ad es. Very Mobile, Tiscali Mobile, ho.mobile e 1Mobile. Di essi abbiamo già parlato in nostri precedenti articoli.

Se i vantaggi rispetto ad un Full MVNO sono innanzitutto da ricondursi ai minori costi di gestione, nel caso in cui un ESP MVNO scegliesse di cambiare l’operatore di rete a cui si appoggia, sarebbe poi obbligato a sostituire le Sim a tutti i propri clienti, con ripercussioni negative e costi non certo irrisori.

Tiscali mobile: attive 2 offerte vantaggiose

In linea generale, le tariffe Tiscali mobile sono differenti e si può scegliere tra più offerte, in base alle proprie esigenze. Si tratta essenzialmente di pacchetti che includono minuti; sms e Giga liberamente utilizzabili in 4G. Le offerte per smartphone sono attivabili presso il negozio Tiscali più vicino oppure online sul sito Tiscali.it

Nelle offerte sono previsti il trasferimento di chiamata e la segreteria telefonica a costo zero. Inoltre, l’utente può sfruttare la navigazione in hotspot per poter connettere altri dispositivi al proprio cellulare e utilizzarlo come un router. Inoltre, in caso di viaggio all’estero del cliente, questi potrebbe utilizzare minuti ed sms del pacchetto senza pensieri.

Vediamo ora due interessanti offerte di Tiscali mobile, attive proprio questo periodo.

Tiscali mobile, offerta Smart 70: caratteristiche e costi

  • minuti illimitati;
  • 70 GB;
  • 100 SMS;
  • Navigazione 4G fino a 225 Mbps in download.

Servizi gratuiti inclusi:

  • trasferimento di chiamata e segreteria telefonica;
  • navigazione hotspot;
  • controlli consumi e spese extra dal proprio MyTiscali;
  • viaggi in Europa senza pensieri;
  • nessun costo nascosto.

L’addebito ricorrente è pari a 7,99 euro al mese, in promozione a questo costo invece di 9,99 euro, che sarà scalato dal conto bancario o dalla carta di credito. Come accennato, l’offerta include minuti illimitati, 100 SMS e 70 Giga in 4G utilizzabili in Italia. Inoltre, quando ci si trova nei paesi dell’Unione Europea, è possibile usare senza costi aggiuntivi tutti i minuti e gli SMS dell’offerta e fino a 4,36 GB per navigare. Nel sito web ufficiale si trova altresì specificato che i consumi roaming EU sono disciplinati dal Regolamento UE 531/2012 e successive modifiche introdotte dal Regolamento UE 2105/2020.

Inoltre occorre rimarcare quanto segue:

  • il costo della SIM è pari a 10 euro (solo nuovi clienti con nuova SIM);
  • il costo di attivazione è pari a zero (15€ per i già clienti);
  • costo prima ricarica: 7,99€.

L’offerta può essere attivata comodamente online, ma attenzione: si tratta di una promozione valida fino al 30 settembre. Detta offerta è attivabile da tutti, senza distinzione tra vecchi e nuovi clienti.

Tiscali mobile, offerta Smart 100: caratteristiche e costi

  • minuti illimitati;
  • 100 GB;
  • 100 SMS;
  • navigazione 4G fino a 225 Mbps in download.

Come chiaramente indicato nel sito web ufficiale, si tratta di un’offerta riservata ai clienti provenienti da Vodafone, WindTre, Iliad, Very Mobile, Ho Mobile, Fastweb, Poste Mobile e altri operatori virtuali.

Servizi gratis inclusi:

  • trasferimento di chiamata e segreteria telefonica;
  • navigazione hotspot;
  • gestione della propria offerta anche da APP MyTiscali;
  • viaggi in Europa senza pensieri;
  • nessun costo nascosto.

In questo caso, l’addebito ricorrente 9,99€/mese è in promozione invece di 14,99€, e sarà scalato dal conto bancario o dalla carta di credito. L’offerta include: minuti illimitati, 100 Giga in 4G e 100 SMS utilizzabili in Italia e nei paesi dell’Unione Europea.

Inoltre, quando ci si trova nei paesi dell’Unione Europea, si può usare senza costi aggiuntivi tutti i minuti e gli SMS dell’offerta e fino a 5,45 GB per navigare. I consumi roaming EU sono disciplinati dal Regolamento UE 531/2012 e successive modifiche introdotte dal Regolamento UE 2105/2020.

E’ necessario ricordare altresì i seguenti aspetti:

  • costo della SIM: 10 euro;
  • costo attivazione: zero;
  • prima ricarica: 9,99 euro.

Anche questa offerta scade il 30 settembre ed è possibile attivarla comodamente online.

Si tratta di un’offerta interessante per tutti coloro che sono alla ricerca di una promozione di telefonia mobile che metta a disposizione una buona quantità di Giga ogni mese. Ribadiamo che la rete di appoggio è la 4G di TIM con velocità massima di download fino a 225 Mbps.

Inoltre, la tariffa Tiscali Smart 100 è anche abbinabile all’offerta Tiscali per la casa con un pacchetto ideato dall’operatore virtuale, proprio per le esigenze di coloro che vogliono fisso e cellulare su un’unica bolletta. Ci riferiamo all’offerta Tiscali Ultrainternet Fibra + Mobile.

Ricarica Tiscali Mobile: come funziona?

Veniamo ora alla domanda di ambito pratico, di cui al titolo del paragrafo. Per fare una ricarica Tiscali mobile, il cliente può fare riferimento a vari metodi:

  • ricarica online sul sito Tiscali (pagamento con carta di credito, bonifico bancario online, Satispay, o Paypal);
  • ricarica via app MyTiscali, accedendo alla sezione “Ricarica”;
  • ricarica della Sim Tiscali mobile con gli home banking presso gli sportelli bancomat Intesa San Paolo e Unicredit presenti in tutta la penisola.
  • ricarica presso ricevitorie Sisal, Lottomatica e Snai.

Come si può notare, le alternative non mancano affatto.

Credito residuo Tiscali mobile: come controllare?

Ci si potrebbe altresì domandare se controllare il credito residuo con Tiscali Mobile, è operazione facile e veloce. Ebbene, la risposta da darsi è positiva: il cliente può verificare il credito restante della propria Sim Tiscali mobile in vari modi:

  • servizio clienti 4130, chiamando dal proprio numero Tiscali mobile, con ascolto di un messaggio vocale che comunicherà il credito restante e l’eventuale traffico residuo incluso nell’offerta a pacchetto (Minuti chiamate, SMS, traffico dati). Da rimarcare che la chiamata è a costo zero ed il servizio è disponibile anche se è terminato il credito;
  • SMS: è anche possibile inviare un SMS con la parola ‘CREDITO’ al numero 4130. Per questa via, l’interessato riceverà un SMS che contiene l’informazione circa il credito che rimane; l’invio dell’SMS al numero 4130 è a costo zero e può essere compiuto sia dall’Italia che dall’estero (EU e resto del mondo);
  • web: con accesso al MyTiscali, e clic sulla voce Offerta Mobile. Nella pagina successiva clic sulla voce Visualizza dettaglio offerta. In particolare, nella pagina Dettaglio offerta mobile l’interessato troverà indicato il credito rimanente e il link per acquistare la ricarica;
  • app MyTiscali: in caso di utilizzo di un dispositivo Android, iOS o Windows Phone, è possibile scaricare l’App My Tiscali che permette di tenere sotto controllo i consumi ed il credito residuo. Nella schermata principale del proprio dispositivo Android, è possibile aggiungere  il Widget My Tiscali. Per questa via, sarà possibile visualizzare il credito residuo, minuti, SMS e percentuale consumo del traffico dati web, di cui alla propria offerta mobile.

LEGGI ANCHE >>> Rabona mobile, l’operatore low cost per chi ama il calcio

Conclusioni: pro e contro dell’offerta Tiscali mobile, ecco le opinioni dei clienti

A questo punto, come al solito, passiamo a considerare alcune delle opinioni più interessanti di coloro che hanno provato Tiscali mobile, per capire se vi sono punti deboli nell’offerta e per contribuire ad orientare il cliente verso la miglior scelta per le proprie esigenze.

Tiscali mobile: le opinioni positive

E’ possibile rintracciare diversi pareri di chi è soddisfatto di quanto proposto dall’azienda italiana. C’è chi sottolinea i prezzi del tutto concorrenziali, ma anche il fatto di non aver subito mai rimodulazioni nel periodo in cui aveva attiva la SIM.

Altri hanno notato che l’assistenza clienti è tutto sommato sufficiente, o comunque non peggio che con altri operatori. Vari utenti hanno segnalato la bontà dei servizi trasferimento di chiamata e segreteria telefonica; la navigazione hotspot; i controlli consumi e spese extra dal proprio MyTiscali. Ma è stata anche apprezzata la possibilità di viaggiare in Europa senza pensieri e l’assenza di costi nascosti. Proprio quest’ultimo aspetto ha pesato sulla popolarità di varie compagnie piuttosto note, come le notizie di cronaca hanno evidenziato in questi ultimi anni.

Diversi clienti hanno rilevato l’aspetto positivo della copertura, che è quella di Tim, ossia la più estesa sul territorio nazionale, senza penalizzazioni per essere utenti di un operatore virtuale. L’audio è lo stesso della concorrenza, e c’è chi ha notato che la copertura dati è anche migliorata.

Tiscali mobile: le opinioni negative

Come per tutti gli operatori della telefonia, vi è anche chi non è soddisfatto: c’è chi ha notato problemi con la connessione internet, oppure durante la permanenza all‘estero. Altri invece hanno puntato il dito contro la qualità audio delle chiamate e altri ancora hanno criticato la qualità del servizio clienti. Infatti, il cd. customer care, in molti casi, non brillerebbe per competenza, cortesia e capacità di risolvere problemi e offrire chiarimenti.

Qualche utente ha segnalato che per quanto attiene all”estinzione’ della Sim, sarà necessario fare una trafila piuttosto lunga di richieste e solleciti. Altri si sono lamentati per i mesi necessari ad ottenere il rimborso del credito residuo, e altri ancora hanno notato che in quanto a costi, vi sarebbero sul mercato offerte più vantaggiose, da parte di differenti operatori virtuali.

Insomma, si tratta di critiche che non sorprendono, anche perchè sono più o meno le stesse che spesso troviamo con riferimento alla concorrenza.