Evitare il fermo amministrativo in caso di mancato pagamento del bollo auto è possibile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

bollo auto
Foto © AdobeStock

Tra bollette da pagare e necessità quotidiane di vario genere, sono davvero molte le spese da dover puntualmente sostenere. Non stupisce, quindi, che siano tante, purtroppo, le persone che, complice anche l’impatto del Covid, si ritrovano a dover fare i conti con una difficile gestione delle finanze personali. In tale contesto, tra i costi che vanno a incidere maggiormente sul bilancio di ogni famiglia, si annoverano anche quelli per l’auto.

Tra questi, infatti, si annoverano il carburante, l’assicurazione, i costi di manutenzione e il bollo auto. Proprio soffermandosi su quest’ultimo, ricordiamo che deve essere pagato ogni anno da tutti coloro che possiedono un veicolo, finendo così, inevitabilmente, per incidere sul portafoglio di ogni automobilista. Ma cosa succede nel caso in cui non si riesca a pagare e ci si ritrovi a dover fare i conti con un fermo amministrativo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo come evitarlo.

Bollo auto, evitare il fermo amministrativo è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Il bollo auto, come noto, deve essere pagato da tutti coloro che sono in possesso di un veicolo. A tal fine sono in molti a chiedersi se è possibile evitare il fermo amministrativo in caso di mancato pagamento della tassa automobilistica. Ebbene, la risposta è affermativa.

Innanzitutto ricordiamo che, quando arriva il fermo amministrativo, quest’ultimo viene preceduto da un apposito di avviso. Grazie a quest’ultimo si informa il destinatario della comunicazione di avere 30 giorni di tempo per sanare la propria posizione. In caso di mancato pagamento, quindi, si procede con il fermo amministrativo.

LEGGI ANCHE >>> Green pass obbligatorio, nuova stretta: l’incubo che vivranno in molti

Ebbene, nel caso in cui questo sia stato disposto per il mancato pagamento del bollo auto è possibile richiedere di pagare a rate. A tal fine bisogna farne apposita richiesta all’Agenzia della Riscossione. Una volta accettata la richiesta di rateazione e pagata la prima rata, quindi, il blocco viene rimosso. Il fermo amministrativo, a sua volta, verrà definitivamente cancellato una volta effettuato il pagamento dell’ultima rata.