Far fruttare i soldi senza rischi è possibile, grazie ai buoni fruttiferi postali. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono quelli con i rendimenti più alti.

investimenti buoni fruttiferi
Foto © AdobeStock

Sempre più persone decidono di mettere i propri soldi da parte, in modo tale da avere una somma di denaro a disposizione in caso di necessità. Allo stesso tempo lasciare i propri risparmi sul conto non si rivela essere sempre la scelta giusta e per questo è bene sapere che è possibile far fruttare i propri soldi investendo, ad esempio, in buoni fruttiferi postali.

Quest’ultimi, in effetti, si rivelano essere uno degli strumenti più utilizzati dagli italiani, in quanto consentono di risparmiare e allo stesso tempo investire all’insegna della sicurezza. Ma quali soni i buoni fruttiferi in grado di garantire il più alto rendimento? Entriamo nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

Buoni fruttiferi, quali sono quelli con rendimento più alto: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, i buoni fruttiferi postali sono uno degli strumenti più amati e utilizzati dagli italiani. Consentono, infatti, di risparmiare i propri soldi all’insegna della massima sicurezza, evitando di dover fare i conti con costi di gestione. Non sono, inoltre, soggetti alle oscillazioni di mercato e per questo motivo quando si richiede il rimborso viene restituito il capitale versato più gli interessi maturati. Ma quali sono quelli con rendimento più alto?

Ebbene, tra i migliori di settembre 2021, in grado di garantire il più alto rendimento, a lungo termine, si annovera il buono fruttifero 4×4. Garantito dallo Stato italiano, è possibile chiederne il rimborso, sempre al 100%, in qualsiasi momento nel corso dei suoi 16 anni di vita. È possibile sottoscriverlo a partire da 50 euro e relativi multipli e prevede una tassazione agevolata al 12,50%, oltre all’imposta di bollo.

Entrando nei dettagli bisogna sapere che prevede un rendimento effettivo annuo lordo pari allo:
  • 0,20%, ovvero 0,175% netto, alla fine del quarto anno;
  • 0,30%, ovvero 0,262% netto, al termine dell’ottavo anno;
  • 0,40%, ovvero 0,35% netto, alla fine del dodicesimo anno;
  • 0,75%, ovvero 0,656% netto, al termine del sedicesimo anno.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, la scomoda verità: tutto quello che c’è da sapere

Un altro buono in grado di garantire un ottimo rendimento è il 3×4 che dura fino a 12 anni. Anche in questo caso è possibile chiederne il rimborso in qualsiasi momento. Si possono ottenere gli interessi dopo tre, sei e nove anni, con un rendimento effettivo annuo lordo pari allo:

  • 0,10% alla fine del terzo anno;
  • 0,20% alla fine del sesto anno;
  • 0,30% alla fine del nono anno;
  • 0,50% alla fine del dodicesimo anno.