I rumurs che circolavano le scorse settimane trovano finalmente conferma: la piattaforma di social media Twitter ha lanciato ufficialmente la funzione di tips in tutto il mondo, con un’integrazione bitcoin inclusa tramite la rete Lightning.

Jack Dorsey Bitcoin
Jack Dorsey, co-founder, e Chairman di Twitter and co-founder & CEO of Square sul palco della Bitcoin 2021 Convention. GettyImage

Facendo clic sull’apposita funzione, gli utenti potranno dare ricompense ai creatori. Per fare ciò Twitter si appoggerà a servizi di terze parti come CashApp, una società recentemente acquisita da Square, a sua volta una società di pagamenti fondata da Jack Dorsey. Per la gioia degli appassionati di criptovalute, gli utenti potranno dare queste ricompense anche in bitcoin.

Il componente bitcoin utilizzerà il Lightning Network. Si tratta di una nota soluzione layer two di Bitcoin, scelta per le bassissime commissioni di transazione nonchè per la velocità delle stesse. Gli utenti possono aggiungere il loro portafoglio bitcoin lightning o il loro indirizzo bitcoin per gestire l’invio e la ricezione di mance in bitcoin. Al momento, la nuova funzione è disponibile solo per gli utenti iOS. Su Android si dovrà aspettare ancora un po’, ma il rilascio non dovrebbe richiedere troppo tempo. Così ha promesso Esther Crawford, product manager di Twitter. L’utilizzo di Bitcoin per questo sistema di ricompense ha pienamente soddisfatto il team di Crawford per gestire i pagamenti tra i vari paesi del mondo.

“Vogliamo che tutti abbiano accesso alle valute digitali e a pagamenti che incoraggino più persone a partecipare all’economia, permettendo alle persone di scambiarsi denaro attraverso i confini con meno difficoltà possibile” ha affermato Crawford in una stampa briefing giovedì.

Twitter sceglie Bitcoin e Lighting Network

Nelle scorse settimane in rete erano state pubblicate anche alcune schermate che mostravano interfacce che permettevano agli utenti di aggiungere i propri indirizzi Ethereum al profilo Twitter. Il lancio di oggi ha però confermato che, almeno per il momento, le transazioni saranno solo su rete Lighting Network. Durante il briefing di giovedì non è stata fatta alcuna menzione di Ethereum. Un portavoce di Twitter ha successivamente confermato che il team sta effettivamente esplorando l’integrazione di altre risorse digitali e che c’è “altro in arrivo” in futuro. Crawford ha anche affermato che Twitter sta continuando a esplorare tutte le possibili integrazioni crittografiche tra i suoi prodotti.

“C’è molto entusiasmo interno e dialogo su come integrare le criptovalute in queste diverse funzionalità di monetizzazione” ha affermato Crawford durante il briefing. “Ci sono altre potenziali opzioni che non abbiamo in atto oggi, ma siamo davvero aperti a esplorarle”.

Un altro aspetto interessante di questa vicenda riguarda il fatto che Twitter non riceverà nessuna commissione negli scambi e nelle donazioni di criptovalute, poiché di fatto non farà da intermediario per queste azioni.

LEGGI ANCHE >> Sei metodi verificati da noi per guadagnare criptovalute gratis

Il futuro passa per la tecnologia NFT

Il legame tra il social media e la blockchain non finisce certo qui, perchè Twitter sta anche esplorando strumenti basati su questa tecnologia anche al di fuori dell’ambito della monetizzazione.

Crawford ha condiviso che il team è anche nelle prime fasi della ricerca sulla tecnologia NFT. Si ipotizza che gli utenti potranno collegare direttamente i loro portafogli crittografici ai loro account per dimostrare, ad esempio, la proprietà di un’opera d’arte. Ciò trasmetterebbe autenticità e l’integrazione conterrebbe probabilmente anche una sorta di traccia della provenienza, secondo Crawford. Un altro tipo di integrazione riguarderebbe l’avatar del profilo.

“Siamo interessati a rendere in qualche modo visivamente chiaro che si tratta di un avatar autenticato e quindi dare informazioni interessanti sulla provenienza di quell’NFT” ha detto Crawford.

Anche la piattaforma di Jack Dorsey strizza dunque l’occhio a questa nuova tecnologia in fortissima espansione, anche se ancora è poco chiaro come avverrà questa integrazione. Noi non vediamo l’ora di saperne di più, e voi sarete i primi ad esserne informati!