Liceo o Istituto Tecnico? Quali sono le scuole superiori che permettono di trovare lavoro più facilmente? Prepariamoci ad una risposta sorprendente.

lavoratori scuole superiori migliori
Pixabay

Un’indagine di Indire ha riportato un dato incredibile. L’80% dei diplomati in Istituti Tecnici trova lavoro entro un anno dal conseguimento del diploma. La percentuale rilevata tende a “smontare” una teoria che è sempre andata di moda. Parliamo dell’idea secondo la quale i Licei sono una scuola di élite, volti a formare i futuri dirigenti, persone colte che possono farsi strada con facilità nel mondo del lavoro. Gli Istituti vengono sempre rilegati in secondo piano, come una scelta inferiore lasciata a chi, tra i propri talenti, non ha il dono dello studio. Eppure, sembra essere dimostrato che, indipendentemente dalla scuola superiore, se il percorso è di qualità il lavoro si può trovare. Sia che si provenga da un Istituto Tecnico sia che si provenga da un Liceo.

L’indagine dell’Indire: quali scuole superiori assicurano il futuro

L’Istituto nazionale documentazione e ricerca innovativa ha presentato un report in cui spiccava un dato sugli altri. L’80% dei ragazzi frequentanti Istituti Tecnici Superiori riesce a trovare lavoro in 12 mesi dal diploma. Non solo, il 92% degli ex studenti afferma che l’ambito lavorativo è quello per cui hanno studiato. Quanti liceali possono affermare la stessa cosa?

Si potrebbe obiettare che la ricerca fa riferimento ad un periodo temporale preciso, il 2019 nello specifico. Eppure non è così. Un altro studio ha confermato una stabilità dei risultati in riferimento agli anni compresi tra il 2013 e il 2019. In realtà si registra una piccola crescita dato che la percentuale di ragazzi che trovava lavoro in 12 mesi dal diploma è passata dal 78% del 2013 all’80% del 2019. Allo stesso modo, la coerenza dell’occupazione è salita dall’86% al 92%.

Quanti sono gli Istituti tecnici in Italia

Tra le scuole superiori che permettono di assicurarsi velocemente un futuro lavorativo ci sono gli Istituti Tecnici. I Licei, dunque, sono al secondo posto di questa classifica anche se il risultato è facilmente comprensibile. Frequentare un liceo comporta l’iscrizione successiva ad un corso di laurea della durata minima di 5 anni per ottenere una specializzazione. Il percorso è, dunque, più lungo ma le strade che poi si apriranno saranno molteplici e per ruoli di responsabilità.

Ritornando agli ITS, in Italia si possono contare circa 111 scuole superiori di questa tipologia. I percorsi attivi sono 700 e gli iscritti sono circa 18 mila. Le aree di maggior rilievo sono quelle delle tecnologie di mobilità sostenibile, delle nuove tecnologie per il Made in Italy e delle tecnologie delle informazioni e delle comunicazioni. Naturalmente, alcune regioni hanno istituti migliori di altri e che offrono maggiori possibilità ma la stessa cosa si può affermare anche per i Licei.

Leggi anche >>> Trovare lavoro al tempo del Covid, pioggia di assunzioni in arrivo: cosa c’è da sapere

La retribuzione degli ex studenti ITS

E’ interessante riportare lo stipendio medio di un ragazzo che trova lavoro dopo pochi mesi dal diploma ITS. Il dato è di 1.180 euro netti, una cifra elevata per chi è alla prima occupazione. In base all’area lavorativa di appartenenza, poi, l’importo può variare dai 980 euro fino a 1.500 euro. Ottime possibilità, dunque, che dovranno però essere meritate e accompagnate da conoscenza, professionalità e serietà.