A differenza di quanto si possa pensare è possibile ottenere un’indennità di accompagnamento per alcune malattie comuni. Ecco di quali si tratta.

assegno accompagnamento
Foto © AdobeStock

Inutile negarlo, prima o poi può capitare a tutti di perdersi nei meandri burocratici. Non stupisce, quindi, che molto spesso si finisca per non essere a conoscenza del fatto di aver diritto a determinati tipi di agevolazioni. Ne è un chiaro esempio l’assegno di accompagnamento per anziani che, a differenza di quanto si possa pensare, non spetta solo a chi presenta delle difficoltà di deambulazione.

È possibile ottenere tale forma di aiuto economico, infatti, anche in presenza di alcune malattie comuni, che finiscono per ridurre notevolmente le capacità di svolgere attività quotidiane o professionali. Patologie che possono quindi rendere impossibile a chi ne è affetto di affrontare i compiti della vita quotidiana senza alcun aiuto. Ma di quali malattie si tratta? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

Assegno di accompagnamento, chi soffre di queste malattie comuni ne ha diritto: cosa c’è da sapere

In base a quanto previsto dalla normativa vigente, le persone con totale invalidità o non autosufficienti hanno diritto a ottenere un’indennità di accompagnamento. Si tratta, in pratica, di un sostegno economico erogato dall’INPS volto a fronteggiare le spese per un accompagnatore.

Viste le caratteristiche, quindi, è facile intuire come questa indennità si riveli essere molto utile, in quanto rivolta a tutte quelle persone che si ritrovano a dover fare i conti con delle difficoltà anche nello svolgere gesti comuni. In genere sono i famigliari ad aiutare la persona non autosufficiente, ma in alcuni casi è necessario rivolgersi a soggetti terzi.

Proprio in questo caso, quindi, è possibile richiedere l’assegno di accompagnamento. A tal proposito è bene sapere che, a differenza di quanto si possa pensare, tale indennità non spetta solo a chi presenta delle difficoltà di deambulazione. Gli assegni di accompagnamento per anziani, infatti, vengono riconosciuti anche per alcune malattie comuni.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Tra quelle che si manifestano con una maggior frequenza quando si è anziani si annoverano l’artrosi e l’artrite reumatoide. Ma non solo, anche la spondilite anchilosante, la coxo-artrosi, la spondiloastrosi e l’artrosi polidistrettuale. Tutte patologie che in forma grave possono rendere particolarmente complicato svolgere alcune azioni della vita quotidiana.