Una tempesta geomagnetica è in arrivo e sono in molti a chiedersi cosa succederà sulla Terra il 23 settembre. Ecco cosa c’è da aspettarsi.

esplosione sole
Foto © AdobeStock

In un’epoca come quella attuale in cui siamo sempre tutti connessi, è possibile comunicare con amici e parenti che si trovano in ogni angolo del pianeta. A partire dall’invio di e-mail fino ad arrivare ai social, in effetti, sono tanti gli strumenti a nostra disposizione. Tutti servizi che permettono di semplificare molte attività quotidiane, grazie all’utilizzo di internet.

Ma cosa pensereste se vi dicessimo che una tempesta geomagnetica è in arrivo e potrebbe mettere a rischio le reti di comunicazione? Ebbene sì, una nube di particelle potrebbe raggiungere la Terra il 23 settembre, con molti che si chiedono quali potrebbero essere le relative conseguenze.

Un’esplosione sul Sole, cosa può succedere sulla Terra il 23 settembre: scenario inaspettato

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della possibilità che una grande tempesta solare possa provocare un blackout a livello globale della rete internet a causa della vulnerabilità dei ripetitori utilizzati nei cavi sottomarini. Un’ipotesi, è bene sottolineare, con le probabilità che una tempesta solare di questo tipo si verifiche nei prossimi decenni, che va dall’1,6 al 12%.

A proposito di tempeste solari, però, interesserà sapere che un filamento scuro di magnetismo è esploso nell’emisfero sud del sole lo scorso 19 settembre. Ebbene, secondo gli analisti della National Oceanic and Atmospheric Administration, NOAA, è possibile che la nube di particelle emessa potrebbe raggiungere il pianeta Terra il prossimo 23 Settembre sotto forma di debole espulsione di massa coronale.

Questa espulsione potrebbe mancare il nostro pianeta, così come avvenuto in passato, oppure colpirla di striscio. In quest’ultimo caso potrebbe essere la causa di tempeste geomagnetiche minori di classe G1, ovvero debole su una scala che va da 1 a 5, ma anche aurore ad alta latitudine.

LEGGI ANCHE >>> A che serve avere tanti soldi, sta per arrivare la fine del mondo: la data

Un’espulsione di massa coronale, ricordiamo, si presenta come un’espulsione di materiale dalla corona solare. Nel caso in cui raggiunga la Terra può quindi disturbare la sua magnetosfera. Se quest’ultima dovesse subire un forte contraccolpo, quindi, potrebbe causare blackout temporanei nelle reti elettriche o nei sistemi satellitari di comunicazioni.