Scopriamo insieme la classifica migliori detersivi piatti 2021 stilata da Altroconsumo in base ad impatto ambientale e altri importanti fattori

Classifica detersivi piatti 2021
Fonte Pixabay

La scelta del sapone per lavare i piatti può sembrare molto semplice alle volte. Chi non ha troppe pretese e magari non si cura di altri parametri come qualità e tutela dell’ambiente, logicamente si affida ai prodotti in offerta.

Chi invece ritiene basilare l’attività di lavaggio di piatti, pentole e stoviglie varie, nel momento in cui fa la spesa, cercherà un prodotto in grado di soddisfare queste condizioni. Proprio per aiutare coloro si pongono questo quesito, Altroconsumo ha stilato una graduatoria dei migliori detersivi per lavare i piatti del 2021.

Classifica migliori detersivi piatti 2021 secondo Altroconsumo

I parametri presi in considerazione sono l’utilizzo di materiali differenti dalla plastica e la capacità di non ingombrare. Per questo sono sempre più in auge nei vari punti vendita i detersivi per piatti alla spina. Naturalmente bisogna portarsi da casa il flacone, in modo tale da evitare il consumo di ulteriore plastica.

Andando nello specifico dei prodotti, la graduatoria è stata stilata grazie al prezioso contributo di 200 consumatori, che hanno utilizzato in casa loro diversi saponi. Al primo posto c’è il Green Emotion Piatti, concentrato al limone con un punteggio complessivo di 73.

Il tutto è frutto di vari fattori tra cui efficacia del lavaggio, impatto ambientale, frasi di rischio e allergeni ed istruzioni per l’uso (altro aspetto importante per evitare inutili sprechi). Il costo è di 1,29 euro circa. Al secondo gradino del podio troviamo il Winni’s piatti, concentrato di lime e fiori di mela. Per poterlo acquistare sono necessari 1,27 euro a fronte di 68 punti.

LEGGI ANCHE >>> Detersivi, risparmiare un bel po’ di soldi è possibile: ecco come

Chiude la “zona medaglie” il Tandil (Aldi) detersivo. Anche in questo caso si tratta di un concentrato di limone ed è acquistabile a soli 0,89 centesimi di euro. Il punteggio ottenuto in base ai criteri menzionati è di 67.

Insomma, al contrario di quanto si possa pensare, si può badare alla qualità e anche al risparmio. Sono fattori che possono andare di pari passo. Sta alle persone trovare la soluzione ideale per farli coincidere.