Buone notizie per i pensionati che possono beneficiare di una particolare tipologia di conto grazie alla quale evitare di perdere soldi. Ecco di cosa si tratta.

pensione conto corrente
Foto © AdobeStock

La pensione si rivela essere, senz’ombra di dubbio, un traguardo importante della propria vita. Dopo tanti anni trascorsi alle prese con i vari impegni lavorativi e scadenze da rispettare, infatti, è finalmente possibile dedicarsi alle proprie passioni, con le persone care. Allo stesso tempo, anche una volta ottenuto il diritto al trattamento pensionistico non bisogna abbassare la guardia. Le cose, infatti, non vanno sempre come desiderato e in alcuni casi ci si può ritrovare a dover fare i conti con delle spiacevoli sorprese.

Lo sanno bene molti pensionati, che si ritrovano ogni anno a perdere dei soldi sul conto corrente per via di una tassa, che finisce inevitabilmente per ridurre i risparmi dei soggetti interessati. Ma cosa pensereste se vi dicessimo che molti pensionati potrebbero evitarla? Ebbene sì, è proprio così. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito e soprattutto come fare.

Pensionati, occhio al conto corrente: come evitare di pagare l’imposta di bollo

Sono tanti i pensionati che decidono di farsi accreditare la pensione direttamente sul proprio conto corrente. Quest’ultimo, d’altronde, si rivela essere un posto sicuro dove poter conservare i propri soldi e allo stesso tempo grazie al quale effettuare e ricevere pagamenti. Tuttavia non bisogna mai sottovalutare i costi, che vanno inevitabilmente ad erodere i nostri risparmi.

Non parliamo solo delle commissioni da pagare, ad esempio, quando facciamo un bonifico. A finire nel mirino, infatti, vi è anche una tassa che, è bene sapere, molti pensionati potrebbero evitare. Si tratta dell’imposta di bollo. Quest’ultima, pari a 34,20 euro l’anno, viene pagata da tutti coloro che presentano una giacenza media pari o superiore a 5 mila euro.

Ebbene, bisogna sapere che i pensionati, grazie a una formula di garanzia, potrebbero in alcuni casi essere esentati dal pagamento di tale tassa. In base a quanto previsto dalla normativa vigente, infatti, i pensionati che percepiscono una pensione lorda massima di 18 mila euro all’anno, hanno diritto ad accedere al conto base.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Si tratta, in pratica, di un conto corrente che prevede degli oneri molto contenuti a fronte di alcune limitazioni sulle operazioni. Proprio questo tipo di conto base, così come garantito dallo Stato, è esente dal pagamento dell’imposta di bollo. A tal fine è bene ricordare che tutti gli istituti di credito sono tenuti ad assicurare questa tipologia di conto, riuscendo in questo modo a venire incontro alle esigenze dei pensionati, che possono così evitare di perdere soldi.