Storia, tradizione e gusto dell’esotico. Pokè House sbarca a Roma, con due locali pronti a stupire per i loro sapori ma anche per i loro costi. 

Pokè Roma apertura
Foto © AdobeStock

Roma come Parigi, Madrid, Lisbona e altre grandi città europee. L’onda lunga del Pokè House, locale dai sapori esotici che sta spopolando sempre di più nel Vecchio continente, ha toccato anche la Capitale. Una via di mezzo fra il mare delle Hawaii e il fascino tutto americano della California, per una proposta culinaria sana e innovativa. In un ambiente che, peraltro, richiama tutte le caratteristiche esotiche del Pacifico. Un’apertura in Via del Gambero, l’altra pronta a ottobre, in Via Beethoven, all’Eur.

Una capillarizzazione che conferma il successo della catena Pokè e che, al centro di Roma, acquista anche più fascino. Ben 150 metri quadri di locale nel cuore della Capitale, a due passi da Via del Corso e un arredo d’eccellenza, fra elementi storici dell’edificio originario nel quale è stato allestito e il tocco di Pokè House che richiama il variopinto paesaggio californiano (con tanto di corrimano a onda).

Pokè House, i prezzi di una cena in… California

Non solo cibo. La Pokè House di Via del Gambero, a pochi metri da Piazza di Spagna, verrà presentata con una mostra d’eccezione, un’Insta Exhibition sulla Golden Hour di Roma. Una serie di fotografie e immagini della Capitale colorata dal tramonto, lo stesso che ha affascinato artisti, scrittori e cantautori. Quei colori che, per un’affascinante combinazione, richiamo i colori stessi della Città Eterna, quelli del gonfalone capitolino. E che, nondimeno, ricordano i tramonti di Santa Monica e della sua oceanwalk. Una combo vincente quindi, fra mare e storia, nonostante vi siano un continente e un oceano interi a separare Roma dalla California.

LEGGI ANCHE >>> Cannavacciuolo apparecchia sul Golfo di Sorrento: quanto costa cenare nel suo ristorante

Ma veniamo al sodo. Dal mix di frutta e verdura fino alle salse, saporite e dai sapori lontani, Pokè House si presenta come un angolo in cui gusto e salute vengono a confluire in un mix vincente. Le pietanze, servite nelle famose ciotole di poke tipiche delle Hawaii, sono preparate e pensate dallo chef, mantenendosi su prezzi decisamente accessibili. Ad esempio, la Sunny Salmon bowl, ovvero il pesce crudo a cubetti sfilettato poco prima di essere servito (quindi freschissimo), richiede soli 9,95 euro. Un buon affare, considerando che anche le altre pietanze (bevande incluse) si attestano su prezzi simili. O quantomeno proporzionati.