TIM Music è un servizio di musica in streaming in abbonamento, non riservato ai soli clienti TIM. Ecco di seguito le caratteristiche chiave e i costi, per accedere al servizio di streaming  musicale. 

logo tim music

TIM è un’azienda molto grande ed attiva in una pluralità di settori. Presenta un’offerta ad hoc per fare concorrenza a big come Spotify ed altri operatori che offrono servizi di streaming. Ci riferiamo a TIM Music, ossia un servizio che questa compagnia mette a disposizione sia per vecchi che per nuovi clienti. Ed è disponibile sia da mobile che da fisso.

Anticipiamo che l’offerta TIM Music è davvero competitiva, anche sul piano quantitativo: abbiamo infatti decine e decine di milioni di brani in streaming da poter ascoltare senza interruzioni. Ma attenzione: proprio come Spotify, Apple Music ed altre piattaforme musicali, l’utilizzo di quanto incluso nel suo maxi catalogo impone di versare una cifra, un costo variabile a seconda del pacchetto prescelto.

Di seguito ci occuperemo proprio dell’offerta TIM Music, per capire quali sono le sue peculiarità, gli elementi che la contraddistinguono, ed ovviamente chiariremo quali sono i costi da sostenere per accedere e sfruttare i servizi connessi. Facciamo chiarezza.

TIM Music: il contesto di riferimento

Parlare di TIM Music comporta di accennare prima a chi è il Gruppo TIM oggi. Ebbene, abbiamo innanzi il gruppo leader in Italia e in Brasile nel settore ICT; ai vertici nello sviluppo di infrastrutture fisse; mobili; cloud e datacenter, ed in grado di offrire servizi e prodotti per le comunicazioni e l’intrattenimento. Punto di forza dell’azienda è essere all’avanguardia delle tecnologie digitali.

La struttura di TIM è assai articolata e questo è uno degli elementi che ne hanno decretato il successo. Il Gruppo si avvale di factory specializzate che consentono soluzioni digitali per cittadini; imprese e uffici della PA, anche in partnership con gruppi di notevole importanza: per esempio, abbiamo Noovle, la cloud company di TIM; Olivetti, il polo digitale focalizzato nello sviluppo di soluzioni Internet of things; Telsy, attivo nel settore della cybersecurity.

Non solo Italia. Come accennato, il Gruppo TIM è molto influente anche in Brasile: infatti, TIM Brasil è uno dei maggiori player nel mercato sudamericano delle comunicazioni e ai vertici nella copertura 4G.

TIM peraltro si caratterizza per un modello di business che non tralascia obiettivi di tutela dell’ambiente e di inclusione sociale. Ciò nella volontà di conseguire un impatto concreto e rilevante e divenire carbon neutral entro il 2030.

Ma il Gruppo TIM intende anche spingere verso l’acquisizione di conoscenze in ambito digitale: grazie al progetto Operazione Risorgimento Digitale – la prima grande scuola di Internet gratuita – il singolo cittadino può saperne di più circa internet e le nuove tecnologie, e sviluppare competenze nell’ambito tecnologico; mentre Fondazione TIM sostiene progetti di alto interesse sociale.

Le cifre di TIM parlano chiaro e confermano la posizione di vertice dell’azienda. Come risulta nel sito web ufficiale, i numeri al 30 giugno 2021 ci dicono che in Italia vi sono circa 30,3 milioni di linee mobili, di cui 12,9 milioni sono user broadband o ultrabroadband.

TIM Music: il digitale rivolto a tutti

TIM Music, il servizio di streaming musicale di cui parleremo tra poco, è solo un tassello dell’articolata offerta di TIM, la quale mira a garantire a tutti di poter sfruttare “le opportunità per una vita migliore offerta dal digitale”, così si legge nel sito web ufficiale della compagnia. Questi dunque gli obiettivi di TIM, in chiave ‘digitale’:

  • Superamento del digital divide in tutto il Paese;
  • Diffusione delle competenze digitali per favorire l’inclusione sociale ed economica;
  • Garantire la sicurezza dei dati e proteggere i minori;
  • Semplificare la customer experience digitale dei nostri clienti;
  • Fornire strumenti dedicati alla raccolta di fondi per cause solidali;
  • Creazione di un contesto lavorativo flessibile mediante lo smartworking e la formazione continua.

Idee chiare, insomma, per il Gruppo mentre la spinta verso la digitalizzazione e l’uso di strumenti connessi passa attraverso – anche e soprattutto – prodotti pensati sia per le giovani generazioni, sia per quelle in età più avanzata. E ci riferiamo ovviamente anche a TIM Music.

TIM Music: di che si tratta?

In concreto, TIM Music è un servizio extra attivo da diversi anni ai suoi clienti di rete fissa e mobile. Ma da un po’ di tempo, il servizio di musica in streaming di TIM è previsto anche per i clienti di altri operatori.

TIM Music consiste di fatto nel servizio di streaming musicale che consente di portare la musica con sè, mettendo a disposizione un catalogo ricco di novità discografiche italiane e internazionali, anteprime esclusive, radioplaylist e album commentati dagli artisti, sezioni dedicate ai generi musicali e momenti, playlist originali sempre aggiornate. Insomma, per gli appassionati non manca davvero nulla.

Rimarchiamo che il servizio, in abbonamento, è aperto a tutti : clienti TIM e non (con pagamento con carta di credito o Paypal). All’interno dell’app e della piattaforma online sono incluse apposite sezioni differenziate e distinte per genere musicale, playlist aggiornate e le più ascoltate.

Sul sito ufficiale l’interessato potrà, gratuitamente:

  • ascoltare degli estratti di oltre 50 milioni di brani;
  • esplorare la classificazione dei brani effettuata da Tim;
  • accedere ai canali radio messi a disposizione dei propri clienti e ascoltare delle brevi anteprime.

Ovviamente, per poter ascoltare l’intero brano e non solo l’estratto, occorrerà aver sottoscritto un abbonamento TIM Music Platinum. Ne parleremo più avanti.

Tante le caratteristiche interessanti dell’offerta TIM Music. Anzitutto, colui che sceglie una delle offerte previste può sfruttare il servizio anche offline, ossia può scaricare la musica sul proprio dispositivo mobile per ascoltarla in ogni momento e in ogni luogo, anche senza connessione internet. Ad es. quando si trova in viaggio in aereo.

Altra peculiarità di TIM Music è data dalla possibilità di ascoltare brani e playlist senza limiti e senza pubblicità. Un bel vantaggio, rappresentato dall’assenza di skip e interruzioni pubblicitarie.

Inoltre, se il cliente naviga su rete TIM, ascolta musica senza consumare i Giga del proprio piano tariffario.

Il cliente ha la possibilità di ascoltare in streaming le sue canzoni preferite, attraverso smartphone; tablet; PC; dispositivi Alexa; TIM Vision Box e, in macchina, con Android Auto e Apple CarPlay.

TIM Music: come funziona l’accesso?

L’interessato deve sapere che per accedere a TIM Music da smartphone e tablet, dovrà scaricare gratis l’app ad hoc TIM Music dal Google Store o dall’App Store.
Se è cliente TIM sarà sufficiente compiere il primo accesso all’app su rete mobile per consentire l’autenticazione. Di seguito sarà possibile utilizzare il servizio anche via Wi-Fi.

Invece, se si tratta di cliente di altri operatori mobili al primo accesso, sarà domandato di creare un account TIM Music o di compiere il login se ne è già stato creato uno in fase di attivazione.

Invece, per effettuare l’accesso a TIM Music da PC, sarà necessario collegarsi al sito www.timmusic.it. In caso di abbonamento attivo basterà creare un account TIM Music collegato al numero fisso o mobile su cui è stato attivato l’abbonamento. Se si ha già un  account TIM Music, sarà sufficiente effettuare il login.

Se l’interessato ha un abbonamento TIM Music su linea fissa e si collega da PC con la stessa linea, deve sapere che l’autenticazione avverrà in automatico senza dover compiere alcun login.

Invece, per accedere a TIM Music da decoder TIM Vision Box, occorrerà accedere all’app per TIM Vision Box. In ipotesi di abbonamento già attivo sarà sufficiente accedere con l’account TIM Music, collegato al numero fisso o mobile su cui è stato attivato l’abbonamento. In alternativa ci si può abbonare direttamente dal TIM Vision Box sulla linea fissa ad esso correlata. Inoltre, per accedere a questo servizio su dispositivi Amazon Alexa sarà obbligatorio attivare la Skill TIM Music, chiedendo “Alexa, attiva la Skill TIMMUSIC”.

TIM Music su più dispositivi con un unico account: è possibile?

Nella pagina web ufficiale di TIM Music, troviamo anche delle utili indicazioni circa il funzionamento dell’ascolto di questo servizio di streaming musicale. Ebbene , il servizio è sfruttabile su più dispositivi (smartphone, tablet, PC, decoder TIMVISION Box, dispositivi Amazon Alexa) soltanto se è stato attivato un abbonamento a TIM Music, cd. Platinum. Ne parleremo a breve.

Per usare il servizio su più dispositivi sarà sufficiente creare un account ad hoc (inserendo email e password) o compiere il login se già si è in possesso di un account. Attenzione però: si può utilizzare il servizio su massimo di tre dispositivi, non allo stesso tempo. In ogni caso, il cliente ha facoltà di gestire il numero di dispositivi connessi direttamente da sito www.timmusic.it o da app TIM Music nella sezione “Impostazioni → gestione dispositivi”.

A questo punto ci si potrebbe domandare a chi ci si può rivolgere per avere ulteriori informazioni o segnalare possibili anomalie sul servizio. Ebbene, vi sono fondamentalmente tre distinte modalità con cui ricevere assistenza:

  • Se si tratta di cliente Mobile TIM si può chiamare gratuitamente l’assistenza clienti al 119;
  • In caso di cliente Fisso TIM si può chiamare gratuitamente l’assistenza clienti al 187;
  • Se si tratta di un cliente di altri operatori mobili si può scrivere all’indirizzo email timmusic@telecomitalia.it.

3 offerte TIM Music a costi ridotti: ecco quali sono

Sul sito web ufficiale, sono indicate chiaramente tre distinte offerte per chi intende scegliere TIM Music. Eccole di seguito:

TIM Music Superpromo (abbonamento TIM Music per Clienti Mobile):

  • Gratis il primo mese;
  • poi 3,99 euro al mese;
  • + 1 Giga al mese in regalo.

Nel dettaglio, TIM Music Superpromo è prevista per i clienti che scelgono la domiciliazione del canone mensile su carta di credito con il meccanismo Tim Ricarica Automatica o TRA. Il primo mese è a costo zero, di seguito occorre versare 3,99€/mese a rinnovo automatico per i mesi posteriori al primo. Si può disattivare l’abbonamento in qualsiasi momento. Ed è incluso 1 GB di traffico ogni mese.

Occorre scaricare l’app e registrare l’account, per ascoltare TIM Music su vari dispositivi, fino a 3 a scelta tra smartphone, tablet, PC, TV e assistenti vocali come Alexa Google Nest Mini e Google Nest Hub. Inoltre, sottoscrivendo questa offerta, si può scegliere tra oltre 50 milioni di brani, senza limiti di riproduzione e di skip senza pubblicità, anche in modalità offline, e senza consumare Giga.

TIM Music Smart (abbonamento TIM Music per Clienti Mobile)

  • a 0,99€ il primo mese;
  • poi 4,99€ al mese;
  • + 1 Giga al mese in regalo.

TIM Music Smart prevede il prezzo di 0,99 euro il primo mese, poi 4,99€/mese a rinnovo automatico, per i mesi posteriori. Si può disattivare l’abbonamento in ogni momento, ed è incluso 1 GB di traffico ogni mese. Inoltre, l’offerta è attivabile sia sfruttando il credito rimanente che il meccanismo TIM Ricarica Automatica.

Anche in questo caso, occorre scaricare l’app e registrare l’account, per ascoltare TIM Music su vari dispositivi, fino a 3 a scelta tra smartphone, tablet, PC, TV e assistenti vocali come Alexa Google Nest Mini e Google Nest Hub. Inoltre, sottoscrivendo questa offerta, si può scegliere tra oltre 50 milioni di brani, senza limiti di riproduzione e di skip senza pubblicità, anche in modalità offline, e senza consumare Giga.

TIM Music Promo (abbonamento TIM Music per clienti fisso)

  • A 0,99€ il primo mese;
  • poi 6,99€ al mese.

TIM Music Promo 1 mese è prevista per i soli clienti di linea fissa, con pagamento in bolletta TIM. E’ consentito di attivare l’offerta dai tradizionali canali TIM e anche dall’app ad hoc presente sul TIM Vision Box.

Con questa offerta Promo 1 mese, si può accedere ad un catalogo di 50 milioni di brani da ascoltare in ogni luogo e momento, anche in modalità offline e su più dispositivi, a soli 0,99 euro  il primo mese e poi 6,99€/mese in automatico. In particolare, l’offerta comporta il rinnovo automatico mensile con addebito nella propria bolletta TIM.

Attenzione però: per sfruttare il servizio TIM Music è necessario registrarsi al servizio con il proprio numero telefonico o creare un account, formato da e-mail e password. La registrazione al servizio in oggetto si può compiere esclusivamente da app mobile e da sito Web. Per fare la registrazione sia da cellulare che da PC o tablet, è obbligatorio utilizzare la rete Wi-Fi del numero fisso su cui è operativa l’offerta TIM Music.

Con TIM Music, l’offerta è Platinum: che cosa significa?

In precedenza abbiamo accennato al fatto che l’offerta in ambito streaming musicale di TIM è denominata Platinum. Ma che cosa vuol dire in concreto? Ebbene, è molto semplice da spiegare. Come indicato nel sito web ufficiale, TIM Music Platinum è il profilo TIM Music con cui il cliente può:

  • ascoltare milioni di brani;
  • creare le proprie playlist;
  • gestire la musica desiderata in modo semplice e intuitivo, con skip illimitati, senza interruzioni pubblicitarie, anche in modalità offline.

E ribadiamo quanto già detto più sopra: sarà sufficiente creare un account, per ascoltare la musica su più dispositivi: smartphone, tablet, PC, decoder TIM Vision Box e dispositivi Amazon Alexa (massimo 3 dispositivi, con streaming non contestuale). Altro vantaggio è rappresentato dal fatto che il già cliente TIM, con TIM Music può ascoltare la musica senza consumare i Giga.

Tanti i punti a favore dell’offerta Platinum TIM Music, eccoli in sintesi di seguito:

  • ascolto brani illimitato;
  • skip illimitate;
  • contenuti esclusivi;
  • assenza di pubblicità;
  • qualità audio elevata (Dolby);
  • traffico dati incluso nel prezzo;
  • ascolto offline;
  • multidevice (tablet, TIM Vision Box, Smartphone, Amazon Alexa)

Come attivare l’abbonamento Platinum di TIM Music?

Vi sono varie modalità di attivazione, a seconda che si sia o meno clienti TIM.

In ipotesi di clienti TIM, sono disponibili i seguenti canali:

  • dal sito tim.it;
  • da negozio TIM;
  • chiamando gratuitamente il 119, il 40916 o il 187;
  • dall’app TIM Music per dispositivi Android;
  • dall’app TIM Music per decoder TIM Vision Box.

Si può scegliere il metodo di pagamento desiderato, tra credito residuo, carta di credito, Paypal, bolletta TIM.

In ipotesi di clienti di altri operatori mobili, sono disponibili i seguenti canali:

  •  dal sito www.timmusic.it/abbonamento;
  • dall’app TIMMUSIC per dispositivi Android.

L’interessato può scegliere il metodo di pagamento preferito tra carta di credito e Paypal.

Come disattivare l’abbonamento Platinum TIM Music?

Anche per quanto attiene all’iter di disattivazione del servizio, l’azienda distingue tra clienti TIM e clienti di altri operatori.

In caso di clienti TIM, si può cessare l’abbonamento al servizio di streaming musicale in qualsiasi momento:

  • chiamando gratuitamente il 119 o il 187 (se è stato attivato TIM Music su bolletta TIM);
  • da app MyTIM o dall’area MyTIM sul sito www.tim.it;
  • da app TIMMUSIC (per dispositivi Android e iOS).

In caso di clienti di altri operatori mobili, si può comunque cessare l’abbonamento a al servizio di streaming musicale in qualsiasi momento:

  • da app TIM Music (per dispositivi Android e iOS);
  • dal sito www.timmusic.it.

LEGGI ANCHE >>> Le offerte TIM Vision fanno davvero la differenza?

Conclusioni: perchè scegliere TIM Music?

Alla luce di quanto detto finora, certamente i motivi di interesse non mancano, se si considerano le caratteristiche dell’offerta. Infatti, abbiamo innanzi una piattaforma per lo streaming musicale, in grado di competere con big come Spotify.

Dalla sua parte ha fattori come l’enorme numero di brani a disposizione del cliente (circa 50 milioni) e i costi delle offerte previste, assolutamente concorrenziali. Inoltre, chi sceglie questa piattaforma, sceglie un marchio italiano che sta avendo successo anche fuori dal nostro paese. Come abbiamo visto all’inizio, il Gruppo TIM è in un periodo roseo per tutto il complesso delle sue attività.

In particolare, gli standard garantiti fanno la differenza. Ascolto brani illimitato; skip illimitate; contenuti esclusivi; assenza di pubblicità; qualità audio elevata (Dolby); traffico dati incluso nel prezzo; ascolto offline; il multidevice: sono tutti elementi che collocano questo servizio al livello di quelli più conosciuti e tecnologicamente avanzati.

Inoltre, la facilità con cui si può contattare l’assistenza e disattivare, se si vuole, l’abbonamento gioca a favore dell’offerta in questione. Analogamente, le varie possibilità di pagamento con credito residuo, PayPal, bolletta TIM, carta di credito, agevolano assai il cliente che è libero di pagare come preferisce.