Il costo settimanale della spesa al supermercato può essere ammortizzato mettendo in pratica alcuni trucchi che in pochi conoscono.

Pixabay

La spesa settimanale, croce e delizia per gli italiani, richiede un impegno nello scegliere i prodotti di qualità al costo migliore. Spesso siamo tentati di rinunciare ad un articolo sano per il prezzo elevato. Ne guadagnerà il portafoglio ma non la salute. Riuscire a trovare dei compromessi è fondamentale per uscire soddisfatti dalla spesa e per raggiungere questo obiettivo basterà seguire dei consigli delle nonne, fonti di saggezza e perspicacia.

Ridurre il costo della spesa è possibile

Tutti noi scegliamo oculatamente il supermercato in cui recarci basandoci sulle offerte proposte. La riflessione sugli acquisti da effettuare ci accompagna quotidianamente o settimanalmente. A questo proposito è consigliabile preferire una spesa più abbondante in modo tale da avere la sensazione che a casa ci sia il cibo. In questo modo si eviterà di uscire ogni giorno per comprare alcuni prodotti utili a cui si aggiungeranno sicuramente articoli non necessari. Il risparmio sarà assicurato, è solo una questione psicologica e un’abitudine da acquisire.

Allo stesso modo è preferibile cucinare poche volte in maniera più abbondante. Congelare il cibo significa poterlo riscaldare in un secondo momento risparmiando il costo di un’altra spesa e tempo prezioso.

Prodotti da acquistare che costano poco

La lista della spesa suggerita dalle nonne dovrà includere necessariamente il riso, alimento nutriente ed economico. E’ possibile conservarlo per lunghi periodi e si può associare a prodotti non cari. Allo stesso modo non devono mancare nel carrello i fagioli, il cui costo non influisce sulla spesa. Si acquistano secchi con circa 1,50 euro e il risultato, un pasta e fagioli, è un piatto sostanzioso e salutare.

La pasta appena citata è un alimento immancabile. Non occorre selezionare la marca più costosa e con 1 euro si avrà la possibilità di inventare piatti sempre differenti e deliziosi. Anche le patate sono un alimento povero con cui ci si può sbizzarrire in cucina. Due chili due euro circa e il portafoglio è salvo.

Leggi anche >>> Il risparmio in bolletta con uno schiocco di dita: i trucchi per diminuire la spesa

Continuiamo la lista della spesa che riduce i costi

La lista dovrà contenere assolutamente le uova, ingrediente di svariate ricette – omelette, frittate, torte e pancake. Da gustare a colazione, per esempio, affiancandole con i fiocchi di avena, sani ed economici, oppure con un frutto. Frutta e verdura sono altri due master immancabili nel carrello della spesa. Acquistandoli nel mercato cittadino si potrà risparmiare ulteriormente. Stesso discorso per la carne – il pollo è il più economico e salutare – e il pesce.