Attenzione! Il Ministero della Salute ha deciso di ritirare in via precauzionale dodici marchi di latte. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

latte ritirato
Foto © AdobeStock

Sono tanti i prodotti presenti sugli scaffali dei supermercati, grazie ai quali poter imbandire le nostre tavole. A partire dagli alimenti salati, fino ad arrivare ai dolci, in effetti, abbiamo solamente l’imbarazzo della scelta. Allo stesso tempo si invita sempre a stare molto attenti alle caratteristiche stesse degli alimenti che acquistiamo.

Questo onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti. Fortunatamente in nostro aiuto giunge il Ministero della Salute che provvede tempestivamente ad avvisare le persone, nel caso in cui vengano rilevate delle contaminazioni. A tal proposito ricordiamo che di recente sono stati ritirati dal mercato dodici marchi di latte. Ecco di quali si tratta.

Latte fresco ritirato dagli scaffali, attenzione: ecco di quale si tratta

Quando acquistiamo degli alimenti è opportuno prestare la massima attenzione alle relative caratteristiche. Proprio in tale ambito giunge in nostro aiuto il Ministero della Salute che provvede tempestivamente ad avvisare le persone. Tanti, in tal senso, sono i prodotti ultimamente ritirati dagli scaffali. Tra questi dodici marchi di latte per via della presunta presenza di sostanze inibenti. Vengono definite tali quelle sostanze ad azione antimicrobica o batteriostatica come ad esempio gli antibiotici.

A tal proposito, come riporta ilfattoalimentare.it, i marchi oggetto di richiamo sono i seguenti: Cadoro Ticonviene, Affresco Alta Levità, Blanc, Io Fvg, Latteria Cividale e Lessinia. Ma non solo, sempre in via precauzionale era stato ritirato dagli scaffali il lotto di latte fresco pastorizzato parzialmente scremato con i marchi Bianco Friuli, Cadoro, Latte Carso, Latteria Coderno, Latte Vivo e Mungi e Bevi.

LEGGI ANCHE >>> Tonno in scatola: qual è il migliore del 2021, attenti alle caratteristiche

Entrando nei dettagli, ricordiamo che i prodotti oggetto di provvedimento sono stati distribuiti in bottiglie o cartoni in formato da un litro. Sono da 500 millilitri solamente i marchi Latte Vivo, Lessina e Blanc, con data di scadenza 12 settembre 2021. Per quanto concerne le bottiglie di latte fresco richiamate, inoltre, ricordiamo che sono state realizzate dall’azienda Latte Vivo Srl nello stabilimento di via Lombardia 2 a Tavagnacco, in provincia di Udine, con marchio di identificazione IT 06 34 CE. Se in possesso di queste confezioni di latte, quindi, si raccomanda di non bere e riconsegnare al punto vendita.